menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio alla figura del consigliere comunale "straniero", la Lega esulta e il Pd non ci sta...

Dopo vari tentativi alla fine, su proposta del capogruppo della Lega Nord Michelangelo Felicioni, è stata abolita dallo statuto comunale la figura del consigliere straniero aggiunto al Consiglio comunale, con tanto di elezione a parte e riservata solo ai cittadini stranieri. La figura del consigliere aggiunto non ha portato né grande partecipazione popolare alle urne né, oggettivamente, grandi contributi e discussioni in aula. Molte le assenze degli eletti, pochi gli interventi. Anche perchè le comunità straniere presenti a Perugia hanno già un luogo fisico dove ritrovarsi, formulare proposte e attivare un dialogo con il comune: ovvero la consulta degli stranieri.

"Questa modifica - ha spiegato il leghista Felicioni - non è volta a discreditare o discriminare in nessun modo tale figura ma a regolarizzarne l’aspetto istituzionale. Inoltre , con tale provvedimento, si avvierà nella consulta degli stranieri idonea , quel percorso culturale e d’integrazione che la città e i suoi cittadini stranieri, integrati e regolarizzati, meritano nel rispetto della Costituzione dei diritti e doveri di cittadinanza".

Chi non è favorevole a questa modifica è il Partito Democratico, che in un passato prossimo si era battuto per l'istituzione del consigliere aggiunto. "Si tratta di usi arrabbiana cancellazione che risponde solo a logiche partitiche e che risulta particolarmente inopportuna se inquadrata in un contesto di tensioni internazionali, che oggi più che mai ci obbligano a trattare temi così delicati con la massima serietà, soprattutto da parte di chi ha responsabilità di governo".

“Un’azione del tutto strumentale che tradisce una sensibilità politica completamente distante dal sentire comune dei perugini e dall’atteggiamento di apertura, di dialogo e di confronto che la città ha sempre dimostrato e alla quale il Sindaco Romizi ha assistito inerme e silenzioso, avallando di fatto la richiesta di una forza politica necessaria alla maggioranza, tanto da dettare scelte amministrative così determinanti per l’azione di governo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento