Non solo Palio, Perugia 1416 è anche un profumo: ecco Malbus

Nasce Malbus, la prima fragranza ispirata e dedicata alla città di Perugia. La presentazione al pubblico alla vigilia di Perugia 1416

Non solo Palio. Nasce Malbus, la prima fragranza ispirata alla città di Perugia cui è dedicata in occasione della rievocazione storica Perugia 1416. “L’idea che sta alla base di Malbus - spiega Carlo Sargenti - è quella di riportare la città di Perugia all’eleganza che la caratterizzava nel passato: un’epoca in cui il nostro Corso Vannucci era un defilé di classe e di bellezza”. E ancora: “Malbus è un profumo esclusivo, un prodotto di nicchia indicato per la donna e per l’uomo. Le sue note olfattive appartengono alla flora autoctona di Monte Malbe, il polmone verde di Perugia. In primavera questo luogo si riempie di splendidi fiori, mentre i cespugli di cisto e biancospino ospitano rare specie di uccelli. Da quel luogo - racconta Sargenti - abbiamo estrapolato le essenze per creare un percorso olfattivo tra storia e leggenda”.

La nuova fragranza si lega anche alla storia antica di Perugia. “Ricerche e racconti popolari, infatti, hanno portato ad una connessione tra Monte Malbe e il condottiero Braccio Fortebraccio, protagonista della prima rievocazione storica di Perugia. Durante l’ascesa a Perugia nella tarda primavera del 1416 - ricorda Sargenti - Braccio Fortebraccio da Montone stazionò con le sue milizie a Monte Malbe, in una località detta la Murcia di Monte Malbe”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questi legami sono sintetizzati e racchiusi dal nome dato al profumo, Malbus. “Nei racconti popolari infatti il nome Monte Malbe (anticamente “Monte Malve”) ha due origini. La prima è legata all'erba medicamentosa malva, l’altra origina dal colore bianco della pietra del sito, il calcare,  in latino albus. Malbus Perugia 1416, quindi, raccoglie e condensa i termini Monte Malbe, Malva e Albus e si lega alla data storica dell’ascesa di Braccio Fortebraccio in Perugia. È un nome tra mito e realtà - aggiunge Carlo Sargenti - per una pozione magica creata con le erbe, i fiori, le pietre, i cristalli e i colori di un luogo che evoca terre di conquiste e mete agognate: una pozione per l’animo del condottiero”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento