rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

PERSONAGGI Scompare Vittorio Natali per tutti il “Sindaco”… di Pretola. Lascia ricordi di stima e amicizia e immenso cordoglio

Scompare Vittorio Natali per tutti il “Sindaco”… di Pretola. Lascia ricordi di stima e amicizia. Ne parliamo con Diego Mencaroni, figura di attivo animatore della vita culturale di Perugia e dintorni. Particolarmente versato nello studio delle tradizioni e dell’identità linguistico- antropologica del territorio. Oltre che amico personale di Vittorio. Ci dice Diego: “La scomparsa di Vittorio, a 79 anni di età, ha sconvolto il nostro borgo. Era, infatti, persona conosciutissima e amata, presente in tutte le attività della comunità pretolana”.

Come ha reagito la comunità a questa scomparsa?
“Per lui è stata allestita una camera ardente presso il CVA di Pretola dove, per due giorni, si è registrato l’afflusso ininterrotto”.
Qualche notizia sulla sua biografia?
“Aveva lavorato da Minestrini in via Roma, presso il deposito e distribuzione di bevande”.
Che altro?
“Vittorio è stato il custode del campo sportivo La Renaccia. Per questo, alla sua camera ardente e al suo funerale, sono intervenuti molte persone che hanno ruotato per anni intorno alla Polisportiva Pretola che un tempo aveva tutte le squadre del settore giovanile”.

VITTORIO SINDACO-2Sempre nel versante sportivo?
“Era impegnato nell’organizzazione della gara ciclistica Gran Premio Pretola, nella Festa della Canaiola e nella rievocazione di Carnevalino, dove interpretava ogni anno il ruolo del Sindaco”.
In questa veste… simbolica era molto apprezzato e seguito, vero?
“Dalla sua terrazza, che si affaccia sullo slargo di via Tagliamento da dove si accede poi alla Torre, veniva indetto il finto comizio che precede la riesumazione di Carnevalino e lì Vittorio si affacciava, acclamato dai compaesani”.
Era un convinto tifoso del Grifo.
“Esatto. Sempre in quella terrazza appendeva striscioni e cimeli, ogni qual volta una squadra di Perugia, calcio o pallavolo, oppure la nazionale di calcio vinceva qualche trofeo”.

Conservava memoria e documenti di queste vittorie?
“La sua casa è un museo: non c’è uno spazio libero nelle pareti. Vittorio incorniciava ogni articolo che riguardasse Pretola oppure riferisse un trionfo1 VITTORIO esulta per i successi del Perugia calcio-2 sportivo. Ci sono fotografie dei bei momenti di vita paesana, collezioni di monete e di penne. Cornici che lui stesso realizzava in un laboratorio nel suo sottoscala”. 
Partecipava volentieri alle trasferte dell’orgoglio pretolano, vero?
“Era un sincero amante della vita. Ogni qual volta c’era una gita, lui era presente, viaggiava con la Nuova Brigata Pretolana e con la Filarmonica di Pretola ad ogni trasferta. Gli piaceva andare a mangiare nei posti più imprevedibili, da una trattoria tipica a Umbertide fino al ristorante orientale”.

Lo hanno salutato in tanti.
“Sono pervenuti moltissimi messaggi di cordoglio anche sui social media, da parte dei giovani e delle persone più mature. Tante foto e parole bellissime per Vittorio”. 
Ci riferisci il suo necrologio?
Recita: “Anche se niente sarà più come prima, anche se ci mancherai immensamente, sarai sempre nei nostri ricordi e nei nostri cuori. Ciao Vittorio, compagno di vita, paesano vero”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PERSONAGGI Scompare Vittorio Natali per tutti il “Sindaco”… di Pretola. Lascia ricordi di stima e amicizia e immenso cordoglio

PerugiaToday è in caricamento