rotate-mobile
Cronaca

Niente permesso di soggiorno per lavoro con due condanne per droga, ma gli spetta quello per accudire i figli minorenni

Prefettura e Tar rigettano la richiesta di emersione dal lavoro nero, ma la Corte d'appello concede il documento fino alla maggiore età dei figli

Negata l’emersione dal lavoro nero a causa di due condanne per spaccio di droga, ottiene il permesso di soggiorno a tempo, cioè fino alla maggiore età dei figli.

Uno straniero, difeso dall’avvocato Barbara Romoli, ha portato il Ministero dell’interno davanti al Tribunale amministrativo regionale dell’Umbria, chiedendo l’annullamento, con sospensione cautelare, del provvedimento di rigetto della domanda di emersione da lavoro irregolare emesso dalla Prefettura di Perugia.

Decisione presa sulla scorta di “due sentenze penali di condanna per reati inerenti gli stupefacenti emesse a carico del ricorrente dal Tribunale di Venezia”, ma che per il ricorrente sarebbe sbagliata in quanto “entrambe relative a fatti di lieve entità” e senza svolgere “alcuna valutazione sulla concreta pericolosità sociale dell’interessato”.

Nel frattempo, però, la sezione minorenni della Corte d’Appello di Perugia ha concesso all’uomo “l’autorizzazione alla permanenza nel territorio dello Stato per due anni nel superiore interesse dei figli minori”, con tanto di foglio di soggiorno per assistenza minori con scadenza.

I giudici amministrativi, invece, hanno rigettato il ricorso sulla base delle due sentenze di condanna per droga, riconoscendo che non si tratta di episodi di lieve entità, ma di “ipotesi di condanna automaticamente ostative al rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro, anche quelle, pur non definitive”, ma “ferma restando, ben inteso, l’efficacia dell’autorizzazione alla permanenza nel territorio dello Stato per il superiore interesse dei figli minori rilasciata dalla sezione minorenni della Corte d’Appello di Perugia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente permesso di soggiorno per lavoro con due condanne per droga, ma gli spetta quello per accudire i figli minorenni

PerugiaToday è in caricamento