menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Per Perugia e oltre", alla Stranieri, per un incontro sul tema "Il corpo che ho il corpo che voglio"

“Per Perugia e oltre” fa il pieno alla Stranieri sotto il segno del corpo. “Corpo che ho, corpo che voglio” era infatti il tema affrontato dai relatori Laura Dalla Ragione e Massimo Cuzzolaro. Logo dell’incontro: un’immagine del pittore Francis Bacon, tra orrido e scarnificazione. Saverio Ripa di Meana introduce, raccontando la diatriba che ha visto su fronti opposti l’Aeroflot e circa 600 operatrici dell’aria un po’ “floride”: ogni chilo in più comportava un costo di 10 euro l’anno in carburante: da qui il contenzioso con la Compagnia. Ma le hostess hanno avuto la meglio per via giudiziaria.

Laura Dalla ragione ha il merito di essere tra i fondatori di un’eccellenza umbra: il Centro per i disturbi del comportamento alimentare con sedi a Perugia, Todi, Città della Pieve, Umbertide. Laura dipana una raffinata diegesi, seguitissima dal pubblico che riempie l’aula, in cui tratta di interazione col corpo, della dispercezione come patologia, di autolesionismo (come risposta a bullismo, violenza, abbandono), fino alla sua recente audizione in senato ove giacciono ben tre progetti di legge in materia. In particolare, contro i siti che in rete propagandano l’anoressia ed esaltano la magrezza come valore assoluto, sotto il motto latino “quod me nutrit me destruit” (ciò che mi nutre mi distrugge).

E poi la differenza tra la bulimia (con esiti di rigetto equilibrante del peso) e il “big eating” (gran mangiare) e alimentazione incontrollata, con prevedibili conseguenze ponderali.
Massimo Cuzzolaro, psichiatra, parte dalle patologia come rapporto problematico, inquieto e tormentato col proprio corpo, prendendo le mosse da Platone e dal suo “sòma” (corpo)/“sèma”
(segno/tomba) come assonanza non casuale. Infine sviluppa il ragionamento sull’asse di sette antinomie. “Un incontro interessante– ha premesso il rettore Giovanni Paciullo – che testimonia il protagonismo culturale dell’Associazione ‘Per Perugia e oltre’, capace di mantenere dritta la barra dei propri interessi sulla centralità della persona”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento