menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Soldi e regali per fare sesso con ragazzini, 84enne alla sbarra: "Capace di intendere e di volere"

Vittime di questa squallida vicenda, cinque ragazzini minorenni che l'uomo avrebbe avvicinato per compiere atti sessuali in cambio di soldi e regali

Sono accuse pensantissime quelle mosse contro un pensionato di 84 anni, residente nella media valle del Tevere e  finito agli arresti domiciliari per violenza sessuale e prostituzione minorile. Soldi, regalini, ricariche telefoniche in cambio di prestazioni sessuali: vittime di questa squallida vicenda, almeno 5 ragazzini all'epoca dei fatti sotto i diciotto anni.

Oggi davanti al gup D'Andria è stato sentito il perito del tribunale che ha dichiarato la capacità di intendere e di volere dell'imputato mentre il consulente della difesa ha riconosciuto al pensionato una "parziale infermità". Il 10 aprile si tornerà in aula per la discussione, intanto l'imputato - difeso dall'avvocato Silvia Serangeli - è stato ammesso al giudizio del rito abbreviato condizionato alla perizia. 

I fatti contestati risalirebbero dal 2010 fino al 2015: vittime giovanissimi ragazzini che il pensionato avrebbe avvicinato per compiere atti sessuali in cambio di denaro, oggetti e altri piccoli regali. In un'altra occasione avrebbe molestato anche una giovane studentessa 13enne, baciandola in bocca e offrendole, anche in questo caso, soldi in cambio di prestazioni sessuali. Gli avvocati delle parti civili sono Laura Balani e Mariangela Marino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento