Perugia-Bettolle a pagamento: Cna pronta con i "Tir-Lumaca"

Dopo la decisione dell'Anas di immettere il pedaggio da quest'anno, l'associazione di categoria pronta a forme di protesta di "massa" per scongiurare provvedimento

Tutti contro la volontà dell'Anas e del Governo di immettere sulla Perugia-Bettolle il mai digerito pedaggio ad ogni uscita senza però apportare alla viabilità migliorie in fatto di sicurezza, scorrimento e manto stradale. Dopo il ritorno di fiamma per il pedaggio dei vertici Anas comunicato ai parlamentari, sale di nuovo forte il no espresso da Roberto Giannangeli, direttore provinciale della Cna di Perugia, già animatore dell'iniziativa "Tir lumaca" del giugno scorso. La Cna è decisa a dare nuova spinta alle iniziative di protesta anche riportando la protesta dei Tir lungo il tragitto che si vuole mettere a pagamento.

"Inviteremo tutte le forze sociali, i cittadini e le istituzioni - dice Giannangeli - a mettere in campo un'azione condivisa per scongiurare che l'annuncio diventi realtà. L'Anas non può pensare di fare cassa sulla pelle di un intero territorio per fare fronte alla riduzione dei trasferimenti statali. Piuttosto, cominci a razionalizzare se stessa".
 
La Cna spiega per l'ennesima volta che non ci sono poi i parametri di legge per immettere il pedaggio: "Nonostante la Perugia-Bettolle sia stata classificata decenni fa come un raccordo autostradale - ricorda Giannangeli - oggi non presenta più le caratteristiche tecniche che un'arteria a pagamento deve possedere. Oltretutto non si tratta di una via di comunicazione alternativa, bensì dell'unico collegamento stradale decente a disposizione di un territorio da sempre alle prese con una drammatica carenza infrastrutturale a cui l'Anas non ha mai posto rimedio".
 
L'Anas è comunque pronta a immettere dalla primavera prossima un sistema di pedaggio ad ogni uscita da Ponte San Giovanni fino alla toscanissima Bettolle: non ci saranno caselli ma dei sensori che rilevano targa e mandano poi il conto a casa. Non c'è certezza su tariffe per i cittadini residenti né tantomeno su eventuali sconti per lavoratori pendolari. Inoltre rischia di aggravare la situazione economica del settore di trasporto merci alle prese già il caro-carburante a fronte di tariffe ferme da anni. 
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

Torna su
PerugiaToday è in caricamento