Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Patente ritirata, il giudice annulla tutto, ma la Prefettura non la consegna: "Nella sentenza non c'è scritto di restituirla"

Multa e ritiro del documento di guida dopo un alcoltest che per il giudice di pace era il risultato di un errore, da qui la sentenza che annullava tutto

Storie di ordinaria burocrazia Il giudice sospende il provvedimento di ritiro della patente, ma la Prefettura non la consegna all’automobilista. Il motivo? Nella sentenza non c’è scritto che il permesso di guida debba essere restituito.

L’automobilista, difeso dagli avvocati Fulvio Carlo Maiorca e Rossella Maiorano, era stato fermato dalle forze dell’ordine per un controllo stradale. Sottoposto al test con l’etilometro, era risultato ubriaco e, quindi, multato e gli era stata anche ritirata la patente.

L’uomo faceva ricorso al giudice di pace e emergeva un errore nel test. Per cui il giudice di pace annullava la sanzione e sospendeva la misura del ritiro della patente di guida.

Con la sentenza l’automobilista è andato in Prefettura a chiedere la consegna del documento di guida, sentendosi negare la richiesta.

Secondo la Prefettura, infatti, il giudice di pace ha sospeso il ritiro della patente, ma non ha messo, nero su bianco, in sentenza, l’ordine di consegna all’automobilista del documento.

A questo punto al cittadino non resta che chiedere un giudizio di ottemperanza dell’ordine del magistrato per poter tornare in possesso della patente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patente ritirata, il giudice annulla tutto, ma la Prefettura non la consegna: "Nella sentenza non c'è scritto di restituirla"

PerugiaToday è in caricamento