menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partono per soccorrere un turista, si schiantano sugli scogli: notte da incubo al Trasimeno

Brutta avventura nella notte tra il 5 e il 6 gennaio per cinque operatori sanitari, poi trasportati al 'Santa Maria della Misericordia' di Perugia: prognosi di 15 giorni per i feriti. E alla fine il 118 ha messo in sicurezza anche il 77enne che era stato colto da malore sull'Isola Maggiore

Da soccoritori a feriti, una notte da incubo a cavallo tra il 5 e il 6 gennaio per cinque operatori sanitari intervenuti per soccorrere un uomo colto da malore ad Isola Maggiore sul lago Trasimeno. Partito dall’ospedale di Castiglione del Lago l'equipaggio, passata la mezzanotte, si è diretto a bordo di una piccola imbarcazione verso l’isola quando, per cause in corso di accertamento, la barca appositamente attrezzata per i soccorsi è finita contro gli scogli nelle vicinanze di Passignano. Il violento impatto, come riferisce una nota dell’ospedale, ha causato lesioni ai cinque occupanti della imbarcazione. La centrale operativa del 118 che nel frattempo seguiva via telefono le varie fasi dell’operazione, ha disposto immediatamente l’invio di autoambulanze per trasportare all'ospedale perugino 'Santa Maria della Misericordia' i feriti che hanno riportato contusioni guaribili in quindici giorni e - una volta medicati in Pronto soccorso e dopo gli esami strumentali, sono stati dimessi. Contemporaneamente alla gestione del 'fuori programma', gli operatori del 118 hanno contattato il proprietario di un'altra imbarcazione per raggiungere l’isola e mettere così in sicurezza il paziente ancora da soccorrere: si tratta di un turista di 77 anni, che è stato trasportato in ospedale in codice giallo e ricoverato nella struttura di cardiologia.  

Trasimeno, idroambulanza sugli scogli: l'Usl Umbria 1 apre un'indagine interna

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento