L'iniziativa: partita di calcio nel carcere di Perugia per i bambini figli di genitori detenuti

Il 13 dicembre, alle ore 10.00, si giocherà all’interno della casa Circondariale di Capanne la partita di calcio di Bambinisenzasbarre, nell’ambito della campagna nazionale di sensibilizzazione volta a sostenere figli di detenuti

Il 13 dicembre, alle ore 10.00, si giocherà all’interno della casa Circondariale di Perugia Capanne la partita di calcio di Bambinisenzasbarre, nell’ambito della campagna nazionale di sensibilizzazione: “Non un mio crimine ma una mia condanna. I diritti dei grandi cominciano dai diritti dei bambini” promossa da Bambinisenzasbarre Onlus, fino al 20 Dicembre, a tutela dei diritti dei bambini figli di genitori detenuti.

Bambinisenzasbarre Onlus difende i diritti dei bambini. È impegnata nella cura delle relazioni familiari durante la detenzione di uno o entrambi i genitori, nella tutela del diritto del bambino alla continuità del legame affettivo e nella sensibilizzazione della rete istituzionale e della società civile. Membro della direzione della rete europea Children of Prisoners Europe (ex Eurochips) con sede a Parigi.

E’ presente in Italia da oltre 10 anni, con attività di formazione e di ricerca in collaborazione con le Università e il Ministero di Giustizia. E’ attiva in rete sul territorio nazionale con il modello di accoglienza Spazio Giallo. Opera direttamente a Milano e in Lombardia.

Bambinisenzasbarre fa riferimento al sistema formativo dell’Ecole Relais Enfants Parents di Parigi, guidato dal professor Alain Bouregba, che ha certificato i suoi corsi. Il 21 marzo 2014 ha firmato con il Ministro della Giustizia, il Garante nazionale dell’Infanzia e dell’adolescenza il Protocollo d’intesa, la prima carta dei diritti dei figli di genitori detenuti in Europa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Ponte Rio, scontro tra auto: grave un 30enne

Torna su
PerugiaToday è in caricamento