rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Parco del Rio e del Bulagaio nuovo polmone verde della città: progetto al via, primi sopralluoghi

Come annunciato in esclusiva da Perugia Today, sabato 14 ottobre si è svolta la passeggiata-sopralluogo dell’Associazione che si propone di lanciare il Parco del Rio e del Bulagaio

Come annunciato in esclusiva da Perugia Today, sabato 14 ottobre, alle ore 8.30, si è svolta la passeggiata-sopralluogo dell’Associazione che si propone di lanciare il Parco del Rio e del Bulagaio come oasi naturalistica e polmone verde ai piedi della città. “Si potrebbe – dice uno dei soci – andare in canoa dall’Arco Etrusco al Tevere. E non è una provocazione”.

Il gruppo del consiglio direttivo e dei fondatori dell'Associazione ha accolto nel borgo di Ponte Rio un consistente numero di ospiti, convinti sostenitori della causa, insieme a esperti di vari settori. La finalità dell’iniziativa consisteva in una prima ricognizione nella valle. La visita è stata pensata proprio per prendere visione delle risorse di questo territorio e delle problematiche da affrontare per la sua trasformazione in parco suburbano, secondo gli scopi statutari.

Presenti, tra gli altri, i professori Oliviero Olivieri, Presidente del Parco dei Sibillini, Aldo Ranfa e Cagiotti, grandi esperti di flora ed essenze vegetali. Era della partita anche il dottor Pier Paolo Vicarelli che ha parlato delle “colte”, ossia delle vasche di raccolta che alimentavano piccole centrali idroelettriche al servizio del Lanificio Guelpa di Ponte Felcino. Presente la pittrice e poetessa Serena Cavallini, il presidente dell’Antica Società del Gotto, Giuliano Antonielli, il presidente della neonata associazione Mauro Monella, l’ex sindaco di Perugia e vicepresidente Gian Franco Maddoli, Gianni Alunni Bistocchi di “Natura avventura”.

Faceva parte del gruppo anche la biologa naturalista Silvana Piersanti. Hanno fornito la propria convinta presenza anche diversi abitanti del luogo, che da tempo si adoperano per la tutela e  valorizzazione di questo segmento suburbano.Data la ristrettezza dei tempi,  è stato compiuto un percorso essenziale, ma significativo, rilevando un campione di interessanti osservazioni su flora, fauna, territorio e problematiche relative ad una antropizzazione disordinata, ma in qualche modo recuperabile, per le finalità del parco ed il suo valore storico culturale. La breve escursione si è conclusa con molte idee e impegni di lavoro già nel breve periodo. Ne conseguiranno diverse iniziative, sulle quali il nostro giornale fornirà puntuale informazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco del Rio e del Bulagaio nuovo polmone verde della città: progetto al via, primi sopralluoghi

PerugiaToday è in caricamento