Cronaca Elce

La città che cambia: da quell'area degradata e abbandonata nascerà un nuovo parco

Dai giochi per bambini all’illuminazione pubblica, dal telecontrollo alla presa in carico della manutenzione: ecco come cambierà l'area verde di via Torelli

L’istanza e la questione riaperta da PerugiaToday hanno trovato sponda: quell’area verde di via Torelli – finora degradata e negletta – diverrà finalmente un parco. Lo vogliono convintamente i membri dell’Associazione no profit “Nova Elce” e, in primis, il suo presidente Carlo Giannotti. Che spiega: “Abbiamo preso contatto con diversi membri dell’amministrazione comunale, dal sindaco Andrea Romizi, al presidente del Consiglio comunale Leonardo Varasano, all’assessore al sociale Edi Cicchi, per concordare modalità e tempi dell’intervento. Partiremo concretamente la prossima primavera”.

E spiega che il gruppo di Elce si pone come attivo interlocutore per conseguire l’obiettivo di dotare quella superficie di attrezzature idonee: dai giochi per bambini all’illuminazione pubblica, dal telecontrollo alla presa in carico della manutenzione. Poi chiarisce che il progetto “giochi per bambini” sarà sostanzialmente finanziato da un imprenditore privato (in questo caso, il signor Luigi Turco, che precisa: “L'acquisto verrà fatto dalla CO.GE.T”).

Il Comune metterà di tasca propria la parte residua e renderà onore ai privati che finanziano progetti di pubblico interesse mediante una tabellazione del luogo recuperato, che riporti le generalità del filantropo. Quanto al terrazzamento ex orto, ormai riportato a parte integrante del parco, si pensa di farne un recinto per cani (come al Cva dei Rimbocchi), in modo da rimuovere  il problema delle deiezioni e le esiziali conseguenze igieniche a carico di quanti (adulti e bambini) vorranno fruire delle strutture di questi spazi.

I vecchi giochi saranno rimossi, dato il loro stato, ridotto all’ecce homo. Eccezion fatta per lo scivolo, ancora efficiente, e le altalene che dovranno essere dotate di nuovi seggiolini. Niente da fare per girelli e attrezzature simili, vandalizzate da adulti irresponsabili e non certo dai bambini. A proposito del controllo, si chiederà l’istallazione di una telecamera in area giochi.

Quanto, infine, all’illuminazione, si cercherà di farla rientrare nel quadro della vasta fornitura di erogatori intelligenti di ultima generazione, a risparmio energetico e “dialoganti”. Poi un provvedimento che anticipa le intenzioni governative circa l’impiego dei richiedenti asilo per la manutenzione del cosiddetto “verde leggero”.

“Per il mantenimento in ordine, la pulizia e il taglio dell’erba – dice Giannotti – l’assessore Cicchi sta studiando una copertura assicurativa a favore dei richiedenti asilo di Monte Morcino, che potrebbero essere utilmente coinvolti nella manutenzione”. Dunque, in tempi ragionevoli, cambierà facies l’intera zona, finalmente consegnata alle funzioni cui era destinata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città che cambia: da quell'area degradata e abbandonata nascerà un nuovo parco

PerugiaToday è in caricamento