menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco Sant'Anna, la cisterna romana abbandonata al degrado tornerà a splendere

Il Comune di Perugia ha delimitato uno spazio e l’ha concesso in comodato al Centro Internazionale Montessori per la realizzazione di un orto botanico, per la coltivazione (a uso didattico) di piante officinali

Cisterna romana del Parco di Sant’Anna: lo sporco, come per incanto, si scioglierà domattina come neve al sole. Sarà uno spettacolo inusuale, ad accesso libero e gratuito. Oltre che un evento di assoluta eccezionalità. Lo offrono, generosamente, il Centro Internazionale Montessori (che ha finanziato l’impresa) e l’impresa “Fralic H2O” (formula chimica dell’acqua) di Michele Omicini.

Il Comune di Perugia ha delimitato uno spazio e l’ha concesso in comodato al Centro Internazionale Montessori per la realizzazione di un orto botanico, per la coltivazione (a uso didattico) di piante officinali. Potranno frequentarlo i bambini della vicina scuola dell’infanzia. In questa zona recintata insiste, appunto, la cisterna, finora in stato di incuria e completo abbandono: un rudere romano in opera cementizia con malta idraulica, contenente un pozzetto di decantazione dell’acqua.

C’è chi già polemizza per questa concessione, ma in concreto è cosa fatta. Dunque domattina l’impresa Fralic H2O eseguirà il lavoro  con strumenti ad alta tecnologia. Si tratta di un mezzo Ecoline, unico in Umbria, coperto da brevetto. L’utilizzazione è semplice: consiste nello sparare acqua pura ad alta pressione, in grado di sciogliere qualunque sporco con effetto immediato. Una prova concreta dell’efficacia è quella fornita, dalla stessa azienda, nella ripulitura gratuita delle scalette del duomo. Fu fatta a scopo autopromozionale, ma la città ne trasse comunque beneficio.

Di recente, un altro test è stato fatto sui blocchi in pietra lungo la strada che porta a Santa Lucia, davanti all’accesso della fabbrica  Spagnoli. Il bello della macchina è che pulisce senza ricorrere a sostanze chimiche aggressive, dannose per i manufatti e per l’ambiente. Domattina, dunque, il lavoro. A far capo dalle 9. Accessi: via della Pallotta, via Caduti del Lavoro, via Fonti Coperte, via Monteverdi, via Vivaldi, via Scarlatti, via dei Filosofi, via Pico della Mirandola. Evento aperto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento