menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco Chico Mendez a nuovo, stanziati dal Comune di Perugia 315mila euro

Le altre opere di sistemazione al parco di tutta l’area oggetto di permuta, dovranno essere completate entro sei mesi dalla data d’inizio dei lavori di demolizione

Il Chico Mendez torna a nuovo. È stato, infatti, approvato questo pomeriggio dalla Giunta il progetto esecutivo del terzo stralcio dei lavori per la sistemazione del parco pari a 315.000 euro. Il vicesindaco Urbano Barelli (Ambiente e Arre Verdi) nel presentare la delibera ha ricordato che all’interno del parco, nei pressi del Villino Nanni, “ci sono tre annessi un tempo destinati all’allevamento e alla macellazione che saranno demoliti, spostate le recinzioni e, come concordato con la Soprintendenza, essendo la zona vincolata ai fini ambientali, sarà anche migliorata la superficie arborata. Parte del terreno, inoltre, circa 4.500 mq di proprietà della società Percos, sarà ceduta al Comune e trasformata in parco pubblico.

Dal canto suo l’Amministrazione comunale permetterà un accesso carrabile da via Cortonese al Villino Nanni, sempre di proprietà della Percos, che in un prossimo futuro sarà interessato da un progetto specifico.  Il rilascio del titolo edilizio abilitativo relativo all’utilizzo della SUC (superficie urbanistica) aggiuntiva comporta un versamento al Comune della somma di 60.000 euro che sarà impiegata per la realizzazione di una struttura socio-ricreativa a servizio del parco. L’accordo prevede che i lavori di demolizione e rimozione delle costruzioni esistenti nell’area privata oggetto di permuta, dovranno essere ultimati entro 90 giorni dal loro inizio e dovranno iniziare entro 15 giorni dalla data di sottoscrizione della permuta con il terreno comunale ubicato lungo la via Cortonese.

Le altre opere di sistemazione al parco di tutta l’area oggetto di permuta, dovranno essere completate entro sei mesi dalla data d’inizio dei lavori di demolizione. Le opere stradali (comprese le sistemazioni, adeguamento ed ampliamento del tratto di strada esistente) costituenti accesso al comparto, dovranno essere completate prima della richiesta del certificato di agibilità relativo al primo degli edifici ricadenti nel comparto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento