rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Guerra del parcheggio in corso Garibaldi: sfondata la porta delle Acli e associazione ipovedenti e messa una catena con lucchetto

Polizia di Stato sul posto: violenza privata e danneggiamento aggravato le ipotesi di reato

Violenza privata, danneggiamento aggravato e una buona dose di ignoranza e inciviltà. Il posto auto in centro storico, per qualche residente, evidentemente è un diritto che preclude lo stesso trattamento a chi ne ha di simili.

In corso Garibaldi la “guerra” per il posto auto (ne abbiamo parlato qui) ha raggiunto toni allarmanti, tanto più perché gli obiettivi sono un’associazione di disabili e una a carattere sociale: l’associazione nazionale ipovedenti e le Acli Penna Ricci.

Il tutto nasce per l’utilizzo dell’area di parcheggio all’interno della zona ztl di corso Garibaldi, in via del Canerino, prevede un posto riservato, chiuso tramite catena, al gestore del cinema, mentre gli altri posti sono liberi e riservati a residenti o autorizzati. I due responsabili delle associazioni lamentano i comportamenti “gravemente molesti, aggressivi, vessatori ed ingiustificati” di alcuni residenti che vorrebbero imporre “una sorta di controllo dei posti auto a proprio uso e consumo, lamentando contestualmente l’eccesiva occupazione (a loro dire) del parcheggio da parte dei fruitori” del circolo Acli e Anpvi.

Corso Garibaldi, sfondata la porta di Acli e ipovedenti

Nella serata odierna è dovuta intervenire la Polizia di Stato perché ignoti hanno nuovamente sfondato la sede delle Acli-Anpvii di via Pennaricci, distruggendo una porta vetrata, che porta ai bagni e ai contatori, e addirittura posizionando una catena con lucchetto per impedire l’accesso ai fruitori degli spazi.

Il 31 ottobre del 2021 ignoti hanno “completamente distrutto la targa del circolo Acli Pennaricci, oltre a strappare il cartello ‘uscita di sicurezza’ del cinema, ritrovato il giorno successivo nel campo sottostante”.

I responsabili di Acli Pennaricci e Associazione nazionale ipovedenti si sono rivolti all’avvocato Michele Maria Gambini e valuteranno nei prossimi giorni, oltre alle nuove denunce, ulteriori passi a difesa dei loro diritti.

Guerra del parcheggio in corso Garibaldi

Della situazione è stato interessato il Comune di Perugia in quanto proprietario degli immobili e l'assessore Luca Merli ha assicurato che l'ente interverrà celermente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra del parcheggio in corso Garibaldi: sfondata la porta delle Acli e associazione ipovedenti e messa una catena con lucchetto

PerugiaToday è in caricamento