menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pantera a Gualdo, nota imprenditrice: "Sono sotto choc: era a pochi metri da me"

Le testimonianze si moltiplicano, scatta l'indagine della Forestale: altra segnalazione questa mattina sempre nei pressi di Capodacqua

Si arricchisce di nuovi particolari il dossier della presunta presenza di un grosso felino nell'area di Gualdo Tadino, in pieno appennino umbro-marchigiano, che tutti i testimoni individuano in una pantera nera. Sui social non mancano scherzi, fotomontaggi e qualche insulto a chi divulga questa notizia, ma da ieri sera qualcosa sta cambiando ai fini delle indagini portate avanti dai Carabinieri Forestali di Gualdo Tadino.

In località Capodacqua una nota imprenditrice gualdese - A.S. le iniziali - ha ribadito alle forze dell'ordine di essersi imbattuta nella pantera mentre stava percorrendo il sentiero. La testimonianza è stata ritenuta molto credibile: infatti questa mattina la Forestale ha effettuato un sopralluogo nell'area insieme alla diretta interessata. L'imprenditrice ha raccontato di aver visto l'animale da una distanza non oltre 30 metri e di aver gridato dalla paura anche perché a poche decine di metri c'era anche il figlio in bici. Il presunto felino a quel punto sarebbe rientrato nella boscaglia.

Nella stessa area alla stessa ora - tanto da aver udito il grido - un ragazzo del posto - considerato molto affidabile - stava passeggiando con i cani quando si è accorto che qualcosa non andava e lo ha scritto su Fb: "Mentre mi trovavo verso le 19.45 circa insieme ad altri amici nella zona sopra la fonte di Capodacqua i nostri cani hanno cominciato a comportarsi in modo straordinariamente strano e agitato. Hanno cominciato a correre all'impazzata lungo la strada in salita fino a che proprio in prossimità del curvone in cima hanno di botto fermato la corsa e si sono impettiti verso qualcosa! Nemmeno dieci secondi da questa scena sentiamo in lontananza la voce di una donna che chiedeva incessantemente "aiuto"!! A quel punto abbiamo iniziato a correre pensando qualcuno fosse in difficoltà ma arrivati sul posto non c'era nessuno. Arrivati presso i giochi di San Guido abbiamo trovato molte persone che ci chiedevano se avessimo visto la pantera... e poi Annalisa in stato ovviamente di shock che fidatevi tutto sembrava meno che ubriaca o che avesse avuto un abbaglio! Il racconto dei fatti combaciava alla perfezione e la descrizione della bestia era veramente meticolosa da poter sembrare tutto tranne un vaneggiamento!!".


Altra segnalazione questa mattina sempre nei pressi di Capodacqua. Nonostante le testimonianze non sono stati individuati segni certi della presenza del felino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento