Palio di Perugia: nuova giornata per iscriversi e chiedere informazioni, boom di richieste

Il pomeriggio l'esposizione di vestiti e centro informazione alla Notari. La sera invece grande convegno su costumi, araldica e mode nel Medioevo

Oltre 400 iscritti in poche ore. E ora si apre un'altra finestra per informarsi, conoscere i rioni e dare la propria disponibilità per partecipare e forgiare l'imminente Palio di Perugia che si svolgerà nel secondo fine settimana di giugno. Il 3 marzo a partire dalle ore 16, alla sala dei Notari, da un ulteriore appuntamento a tutti coloro che vorranno chiedere informazioni ed iscriversi per partecipare a Perugia 1416. Come già lo scorso 13 febbraio, presso la Sala dei Notari saranno a disposizione lo staff e gli esperti dell’evento per rispondere a tutte le domande dei cittadini e per raccogliere le manifestazioni di interesse. Saranno ammirati anche vestiti storici elaborati da sartorie umbre. 

Dalle 21, sempre alla Notari Adolfo Morganti parlerà, quindi, de "La magia del Colore: Araldica e Abbigliamento nell'Italia del XV Secolo", un tema che parte dal Medioevo, ma che è più attuale che mai in un mondo come il nostro ancora dominato dalle immagini. Non dimentichiamo, infatti, che la disciplina araldica nasce proprio per facilitare l'immediatezza del riconoscimento, ancora oggi fondamentale anche se sono cambiati i metodi e i linguaggi.

Si parlerà, dunque, dei colori in uso, dei disegni degli  scudi,  degli stemmi e dei  blasoni; della moda e del vestiario del 400, andando a riscoprire una storia del Costume che è parte della nostra identità di oggi.

“Questi incontri –sottolinea l’Assessore alla Cultura del Comune di Perugia, Maria Teresa Severini- hanno lo scopo di farci riappropriare della memoria storica della nostra città, di far conoscere a tutti i perugini il percorso evolutivo che, nel tempo, ha portato alla identità attuale di questo territorio e di questa società, un percorso che non si ferma alla rievocazione storica. Non a caso –conclude l’assessore- si è scelto di dare continuità a questi incontri, calendarizzandoli per tutto l’anno, perché, in fondo, l’evento è solo il pretesto per parlare della città di ieri e di oggi, per creare occasioni di incontro e di confronto, per imparare, divertirsi, studiare il passato per vivere il presente e guardare al futuro”.

Adolfo Morganti esercita la professione di psicologo e  psicoterapeuta, ma è anche  studioso scrittore, editore;  attualmente presidente dell'associazione culturale "Identità Europea " , è attivo da tantissimi anni con docenze, pubblicazioni,  prestigiosi incarichi e collaborazioni nello studio dell' Identità europea e del Medioevo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Lungo la Pievaiola scontro tra tre auto all'ora di cena: mezzi distrutti, feriti

  • L'Albero sull'acqua supera quota 8mila. E anche Forbes ne parla

Torna su
PerugiaToday è in caricamento