rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca

"In un mese li ho visti solo 4 volte": ex moglie sotto processo per gli incontri vietati tra padre e figli

La donna non avrebbe rispettato le disposizioni del giudice per quanto riguarda l'affidamento dei minori

Una donna di 43 anni, difesa dall’avvocato Fabio Maddalena, è finita davanti al Tribunale penale di Perugia con l’accusa di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice, avendo impedito all’ex marito di trascorrere il tempo concesso dal giudice nella sentenza di divorzio.

Per la Procura di Perugia la donna “avrebbe disatteso quanto prescritto nel decreto emesso dal Tribunale civile con cui veniva omologata la separazione personale”, con le disposizioni per il mantenimento e l’affidamento dei figli, impedendo al padre “di vedere i figli secondo le modalità stabilite” di più giorni alla settimana e un fine settimana alternato, “trattenendo con sé” i figli e “consentendo al padre di incontrare i propri figli solo nei giorni e negli orari indicati” da lei.

L’uomo si è costituito parte civile nel procedimento tramite l’avvocato Lucia Elena Lepri.

Secondo la denuncia la donna avrebbe simulato “impegni di vario genere, mai specificati o comunque sicuramente non tali da impedire ai bambini di stare con il padre”. In altre occasioni non avrebbe mai risposto alle telefonate dell’uomo che voleva parlare con i figli o “addirittura, fatto ancor più grave, interrompeva le conversazioni padre/figli adducendo scuse di ogni genere” oppure strumentalizzando il figlio “affinché inviasse, dal cellulare della propria madre, un messaggio al padre con il quale gli intimava di non andare a prendere né lui né la sorella”. Tanto che in un mese, l’uomo, aveva potuto vedere i figli solo per 4 giorni.

Nella denuncia, inoltre, la donna avrebbe detto ai figli che se il padre si fosse recato a prenderli, avrebbe chiamato i Carabinieri, “così da ingenerare nei minori il timore di un arresto del padre”.

Altre opposizioni si sarebbero verificate in occasione delle visite dal dentista e dal pediatra e anche per quanto riguarda le vaccinazioni dei minori.

Fino all’ultimo episodio in cui l’uomo si recava presso l’abitazione della ex per prendere i figli e la donna, “si rifiutava di aprire la porta, trincerandosi dietro il portone chiuso e costringendo i bambini ad assistere all’umiliaizone dle proprio padre”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In un mese li ho visti solo 4 volte": ex moglie sotto processo per gli incontri vietati tra padre e figli

PerugiaToday è in caricamento