menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

NUOVA OVERDOSE Rifondazione alla Giunta: "Serve l'aiuto del Governo"

Il segretario provinciale del Prc, Enrico Flamini, è ritornato a parlare di soluzioni per cercare di arginare il fenomeno dello spaccio e dei lutti causati dalla eroina

A Perugia continua purtroppo l'emergenza overdose: la seconda morte dall'inizio dell'anno riapre il dibattito su come intervenire per fermare una strage e arginare il fenomeno dello spaccio della droga gestito da clan stranieri, tunisini e albanesi in particolare. A lanciare il sasso nello stagno è stato il segretario provinciale di Rifondazione Comunista, Enrico Flamini, che è torna a chiedere all'amministrazione comunale di "intervenire immediatamente Sul governo". 

"Pensiamo che l'amministrazione di Perugia debba chiedere con forza al governo l'adozione - ha spiegato Flamini - di un piano intraregionale per affrontare l'emergenza overdose in Umbria e rilanciare la politica dei servizi per la prevenzione, la cura, la riabilitazione e la repressione del narcotraffico, abrogando la legge Fini-Giovanardi e superando così l'impatto repressivo che non fa distinzione tra spaccio e consumo e tra droghe leggere e pesanti".

Detto questo l'esponente di Rifondazione ritiene che l'amministrazione debba continuare a pressare le autorità competenti affinché si concretizzi "quel sistema di intelligence tra forze dell’ordine per eliminare i signori della droga dalla nostra città. Contemporaneamente occorre lavorare ad una nuova visione della città in grado di mobilitare intelligenze e passioni per la definizione di un nuovo piano sociale per Perugia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento