Trattamento dell'Ictus, premio di rilevanza mondiale per i medici dell'ospedale di Perugia

La ricerca del dottor Maurizio Paciaroni premiata al convegno sull'Ictus di Los Angeles

Successo mondiale per il dottor Maurizio Paciaroni, medico della struttura Stroke Unit della medicina vascolare dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. In un convegno internazionale sull'Ictus, svoltosi a Los Angeles, cui hanno partecipato oltre 4.000 medici provenienti da quasi tutte le nazioni del mondo, una commissione di esperti, in rappresentanza di 29 Paesi, ha attribuito il terzo premio al dottor Paciaroni per una sua  ricerca incentrata sulle nuove strategie terapeutiche per il trattamento dell'Ictus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfazione, ovviamente, anche da parte del professor Giancarlo Agnelli, direttore della struttura di medicina vascolare e stroke di Perugia, il quale ha precisato che lo studio riguarda “quando e come iniziare la nuova terapia anticoagulante nei pazienti colpiti da un recente ictus e con fibrillazione atriale”. Il professor Agnelli ricorda che questo trattamento, per essere efficace, deve essere effettuato entro quattro ore dai primi sintomi dell'Ictus. Il dottor Paciaroni è stato coadiuvato in questo “studio”, di rilevante valore scientifico a livello internazionale, dagli altri componenti del team della Stroke Unit che da oltre 20 anni studiano e assistono i pazienti affetti da patologie neurovascolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento