Ospedale e nuove frontiere della medicina: fisica e tecnologia per aiutare i malati

La Fisica Medica dell’Umbria pronta per le nuove sfide in campo oncologico, cardiologico e neurologico. Roberto Tarducci del Santa Maria della Misericordia è il nuovo coordinatore regionale

Il gruppo regionale Aifm (Associazione Italiana di Fisica Medica) dell'Umbria ha un nuovo direttivo regionale. Roberto Tarducci, responsabile della struttura complessa di Fisica Sanitaria dell'Azienda Ospedaliera di Perugia, è stato eletto coordinatore per la regione; consiglieri eletti sono Massimiliano Paolucci dell'Asl Umbria 2 ed Andrea Chiappiniello (Università degli Studi di Perugia).
L'attività di Fisica Medica ruota attorno alla diagnostica per immagini e alla terapia con radiazioni ionizzanti per la cura delle malattie oncologiche. Qualcosa come 1850 piani di cura elaborati nel 2015 nella sola Azienda Ospedaliera di Perugia, cui vanno aggiunte le  attività degli Ospedali di Terni, Spoleto e Città di Castello.

"Volendo utilizzare una terminologia commerciale, il committente del fisico medico è il medico radioterapista – spiega il dottor Tarducci - : le due professionalità realizzano  assieme un  piano terapeutico unendo la valutazione clinica e la conoscenza di principi fisici e tecnologici di utilizzo delle radiazioni ionizzanti. L'insieme permette alla tecnologia di ‘centrare il bersaglio ’,  che, insieme alla salvaguardia dei tessuti sani, resta la condizione principale per la migliore cura del paziente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nomina del nuovo direttivo ha permesso agli associati di Fisica Medica  dell’Umbria di fare il punto sulle nuove frontiere di diagnostica e terapia. “Grazie alle scoperte scientifiche e tecnologiche La Fisica Medica - aggiunge Tarducci - è in continua espansione: la nostra attività  contribuisce sempre più al miglioramento delle prestazioni sanitarie anche in settori della medicina apparentemente più lontani dalla fisica, come è il caso degli studi di risonanza magnetica in neurologia e cardiologia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento