menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore per una emorragia cerebrale, i familiari donano gli organi: salvate due vite

Un grandissimo gesto di umanità, che restituisce la vita a due umbri: trapianti eseguiti

Un grandissimo gesto di umanità, che restituisce la vita a due umbri. Donazione di organi  nella notte tra giovedì e venerdì di una donna di 65 anni deceduta a seguito di una emorragia cerebrale nel reparto di Rianimazione del Santa Maria della Misericordia di Perugia. A coordinare le operazioni per il consenso dell’espianto dei  familiari i dottori Giampaolo  Rinaldoni  e Sabrina Piccotti in servizio presso la Rianimazione, dove la donna era stata ricoverata in gravissime condizioni dopo una  emorragia cerebrale. Eseguito l’accertamento di morte iniziavano le operazioni di prelievo dei reni da parte dell’equipe chirurgica dei dottori Enrico Papi e Adolfo Petrina.

Il  centro regionale trapianti con i Dottori Attanassios Dovas, Raffaella Sciri e Francesca Timio  procedeva  ad  individuare la compatibilità degli organi  prelevati con i pazienti in cura presso la struttura  complessa di Nefrologia. Nel pomeriggio di  venerdì 7 luglio venivano eseguiti gli interventi di trapianto su due pazienti umbri di 46 e 48 anni, da anni costretti alla dialisi presso la struttura diretta dal dottor Emidio Nunzi,  dalle equipe dei dottori  Paolo Baccari e Massimo Lenti.


“Un doppio  trapianto di reni su pazienti umbri non avveniva da alcuni anni – ha sottolineato Patrizia Babini della segreteria Aned (Associazione o  Nazionale Emodializzati) –; ai familiari della donatrice la nostra vicinanza nel dolore e il nostro più grande ringraziamento per aver restituito la vita a due persone”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento