menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane donna muore in Rianimazione, i familiari donano gli organi: salvate cinque vite

Un grande gesto di umanità da parte della famiglia della ragazza, morta per un aneurisma cerebrale

Un grande gesto di umanità che ha salvato cinque vite. La macchina organizzativa collegata al Cento regionale trapianti è stata impegnata la notte scorsa e nella giornata di venerdì 4 agosto nel prelievo di organi di una giovane donna deceduta nel reparto Rianimazione dove era stata ricoverata per un aneurisma cerebrale.

Dopo il consenso dei familiari, una equipe di chirurghi, anestesisti, di Anatomia Patologica e biologi del Centro trasfusionale, per un complesso di  40 unità, hanno iniziato le operazioni di prelievo.

Cuore e polmoni sono stati trasferiti negli ospedali di Pavia e Padova, mentre i reni sono stati impiantati in due pazienti umbri, la cui compatibilità è stata accertata dal responsabile della struttura complessa di Nefrologia dottor Emilio Nunzi. Si tratta di due pazienti, di 48 e 23 anni residenti a Spoleto e Città di Castello. Anche in questo caso gli interventi si sono protratti per alcune ore, e stando a quanto comunica l'ufficio stampa dell'Azienda Ospedaliera ci Perugia, è stata accertata "una buona vascolarizzazione degli organi impiantati".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento