rotate-mobile
Cronaca Città di Castello

Città di Castello, maxi donazione all'ospedale: il grande gesto delle associazioni

Numerosi gli strumenti e le apparecchiature di cui si arricchisce l’ospedale, per un valore complessivo di 32.850 euro

Il grande gesto delle associazioni: maxi donazione all'ospedale di Città di Castello. E stamattina, nella Sala Coli, si è svolta la cerimonia di ringraziamento per le donazioni effettuate negli ultimi mesi, da associazioni e privati cittadini del territorio dell’Alto Tevere. Hanno partecipato all’incontro insieme al direttore generale della Usl Umbria 1 Andrea Casciari, al direttore sanitario del presidio ospedaliero Silvio Pasqui, ai responsabili dei reparti ospedalieri, i cittadini e i rappresentanti delle associazioni coinvolte in questa “gara” esemplare di solidarietà.

Numerosi gli strumenti e le apparecchiature di cui si arricchisce l’ospedale, per un valore complessivo di 32.850 euro: un tavolo per stereotassi su mammografo, dono dell’Associazione Altotevere Contro il Cancro a favore della Senologia; un audiometro condizionato infantile, donato da Matty & Co. Onlus a favore dell’Otorinolaringoiatria; tre frigoriferi da farmaci da parte dell’Associazione Umbra Amici Fondazione Emofilia a favore del Pronto Soccorso; un lettore di urine e tre dispositivi per la diagnosi dello strabismo donati dal Gruppo Nuotatori Tifernati Master di Città di Castello a favore della Medicina dello Sport; cinque carrozzine dono dell’Associazione Mogli Medici Italiani di Città di Castello; un elettrocardiografo donato dal sig. Mauro Braganti a favore dell’Oncologia; dieci plussimetri a dito da parte del Sig. Giorgio Galli, per conto della sig.ra Luciana Martini, a favore dell’Oncologia; tre carrozzine per il trasferimento dei pazienti da parte dell’Associazione Volontariato Anteas e dal Rotary Club di Città di Castello; un dispositivo Cub per il supporto alla nascita donato dalle ostetriche e dai medici dell’Ostetricia dell’ospedale di Città di Castello e infine l’imbiancatura delle camere di degenza della Breast Unit offerta dal personale del blocco operatorio dell’ospedale di Città di Castello.

“Queste significative donazioni di strumentazioni e arredi, rappresentano un esempio corale di solidarietà che in accordo con la direzione sanitaria, rispondono alle esigenze miglioramento dell’assistenza all’interno dell’ospedale  – ha sottolineato il direttore generale della USL Umbria 1 Andrea Casciari. Le associazioni e i cittadini del territorio dell’Alto Tevere si confermano ancora una volta una risorsa preziosa per la sanità locale e per questo motivo li ringrazio a nome di tutta l’azienda”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, maxi donazione all'ospedale: il grande gesto delle associazioni

PerugiaToday è in caricamento