Cronaca

Ospedali di Città di Castello e Umbertide: riaprono servizi e ambulatori, le regole anti-contagio

Restano in vigore restrizioni per gli accessi e per le visite o accompagnamenti. Tutte le regole

La cosiddetta Fase 2 è arrivata anche negli ospedali della Usl Umbria 1. Sulla base delle disposizioni governative e regionali i nosocomi di Città di Castello e Umbertide riprendono alcune attività, sia ambulatoriali che di ricovero, che erano state temporaneamente sospese in seguito all’emergenza Covid-19.

Per contenere la diffusione del virus e per proteggere i ricoverati, secondo quanto stabilito dalla Regione, sono state comunque adottate alcune misure di sicurezza: obbligo per gli utenti per entrare negli ospedali di Città di Castello e Umbertide di guanti e mascherine. I pazienti saranno tenuti ad osservare l’orario dell’appuntamento (entro 15 minuti dalla prestazione). Salvo casi particolari (minori, invalidi e esigenze specifiche), non dovranno essere accompagnati ai vari servizi.

Prima di accedere, inoltre, saranno sottoposti a misure di pre-triage, compilando una autocertificazione con informazioni generali sul proprio stato di salute per evitare che persone con possibile infezione Covid-19 possano accedere in ospedale. Eventuali situazioni ed esigenze particolari potranno comunque essere valutate per garantire la migliore gestione di ogni singolo caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedali di Città di Castello e Umbertide: riaprono servizi e ambulatori, le regole anti-contagio

PerugiaToday è in caricamento