rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca Gubbio

Lettera ringraziamento all’ospedale di Branca: "E' questa la sanità che vogliamo: competente, professionale e umana"

Madre e figlia scrivono al nosocomio: Un grazie in particolare ai medici Ariete e Passeri e agli operatori sanitari"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di ringraziamento all’ospedale di Branca, in particolare ai medici Ariete e Passeri e agli operatori sanitari, da parte di una madre e figlia che hanno sperimentato la passione, la professionalità dell'equipe del reparto di chirurgia dell’ospedale di Branca.

°°°°°°°°°
di Rosaria Parrilla e Maria Grazia De Vincenti

La sanità pubblica un bene prezioso che va tutelato e che, nonostante tutti i problemi tra inadeguatezza di gestione e mancanze di risorse umane ed economiche, va avanti grazie alla professionalità, passione e dedizione di uomini e donne che a vario titolo danno il proprio contributo. E se solitamente si parla di lunghe liste di attesa e malasanità è anche giusto, oltre che doveroso, dare risalto e ringraziare chi opera con umanità in campo sanitario. Ed è quello che è accaduto all’ospedale di Branca, grazie all’endocrinologo Vincenzo Ariete e al chirurgo Enzo Passeri. 

Il primo che ha preso a cuore la situazione di mia madre, indicandoci proprio il dottor Passeri che l’ha operata qualche settimana fa. La scorsa estate mia madre ha cominciato ad avere un piccolo problema , ma fastidiosissimo, all’alluce del piede destro. Che dopo un intervento non proprio appropriato da parte di un podologo e senza una medicazione consona è peggiorato. Nel dottor Passeri abbiamo visto, oltre che competenza e professionalità, un medico attento e con una grande umanità. Si vede anche quanta passione mette in quello che fa. 

Non a caso ci ripeteva: “Il lavoro di chirurgo è questo”. Non ci era mai capitato, se non raramente, vedere un medico tuttofare, controllare la medicazione di persona, per verificare che andasse tutto bene. Ed è questa la sanità che vogliamo, fatta di gente professionale, competente, che con empatia si prende a cuore ogni paziente. Questa è la sanità pubblica che vogliamo continui ad essere tale. Per questo ci tenevamo, a nome mio e di mia madre, ringraziare il dottor Ariete e il chirurgo Passeri e tutta la sua equipe del reparto di chirurgia dell’ospedale di Branca.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettera ringraziamento all’ospedale di Branca: "E' questa la sanità che vogliamo: competente, professionale e umana"

PerugiaToday è in caricamento