Perugia dichiara “guerra” ai piccioni, scatta l’ordinanza del sindaco Romizi

L’ordinanza nasce a seguito delle numerose segnalazioni all’Amministrazione relative a situazioni d’imbrattamento e degrado e scarsa igiene causati da colonie di piccioni, sempre più numerose in città

Lotta i piccioni, il Comune corre ai ripari. Da domani, venerdì 1 settembre, fino al 28 febbraio 2018,entra in vigore l’ordinanza firmata dal Sindaco Andrea Romizi. Tutti i privati e gli Enti proprietari, affittuari, possessori o detentori nonché agli amministratori di condominio di fabbricati, abitati o in stato di abbandono, presenti nell’area urbana della città che corrisponde al centro abitato di Perugia, dovranno adottare misure volte a dissuadere (con apposizione dissuasori di varia natura: sonici, ultrasonici, visivi, a contatto etc.) la sosta e la nidificazione dei colombi, facendo tuttavia attenzione a salvaguardare i nidi di volatili migratori quali rondini, rondoni e balestrucci, di cui è vietata la soppressione. 

 “A carico di quei soggetti che risultino inadempienti rispetto all’ordinanza, accertati a far data dal 01.03.2018 e fino al 31.10.2018 sarà applicata una sanzione amministrativa pecuniaria da 50,00 a 500,00 euro, fatta salva l’applicazione di altre eventuali sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti”.

L’ordinanza nasce a seguito delle numerose segnalazioni all’Amministrazione relative ad inconvenienti igienici, situazioni d’imbrattamento e degrado, causati da colonie di piccioni, sempre più numerose in città. Panchine e giochi per bambini inutilizzabili perché sporchi di escrementi, piazzali pubblici e privati imbrattati, così come auto e balconi, materiali vari di nidi e piumaggi nell’aria o per terra danno un’idea di degrado e di incuria con ricadute negative anche in termini di vivibilità della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A cui si devono necessariamente aggiungere il rischio di deterioramento a cui sono sottoposti beni di pregio storico, artistico e architettonico che, soprattutto in centro storico, sono sottoposti agli escrementi acidi dei piccioni e, non ultimo, il rischio di infezioni veicolate direttamente o indirettamente dai piccioni stessi. Per info. Ordinanza Consultare il sito del Comune di Perugia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento