rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca

Operaio investito dopo la lite in cantiere, caccia al pirata

Il conducente dell'auto avrebbe minacciato.i lavoratori con un crick prima di travolgere uno

Intervento della polizia in via XX Settembre per una violenta lite tra alcuni operai di un cantiere edile.

Giunti sul posto, gli agenti hanno constatato che uno degli operai - un cittadino tunisino di 52 anni - era stato investito da un uomo che, subito dopo, si era dato alla fuga a bordo della propria auto, facendo perdere le sue tracce.

Dopo aver immediatamente richiesto l’intervento del personale sanitario, gli operatori hanno sentito gli altri otto operai presenti – 7 cittadini stranieri e un cittadino italiano – i quali hanno dichiarato che, in seguito alla caduta di alcuni tubi in ferro dall’impalcatura, era nata un’accesa lite verbale tra il capo cantiere e il 52enne. Durante la discussione, era sopraggiunto un ragazzo a bordo di un’auto che, dopo essere sceso dal veicolo, aveva aggredito verbalmente il tunisino, minacciandolo con un oggetto metallico, verosimilmente un crick.

Il comportamento dell’automobilista aveva scatenato l’ira del gruppo che si erano scagliati contro la vettura del giovane che, risalito in auto e dopo aver investito il 42enne, si era dato a precipitosa fuga.

L’uomo, accompagnato presso l’Ospedale Santa Maria della Misericordia, ha riportato diverse fratture e una prognosi di 35 giorni.

Gli agenti hanno quindi ascoltato i testimoni e acquisito tutti gli elementi utili all’individuazione dell’automobilista.

Sono tutt’ora in corso le indagini finalizzate a ricostruire i motivi dell’investimento e a rintracciare l’autore del fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio investito dopo la lite in cantiere, caccia al pirata

PerugiaToday è in caricamento