Omicidio Kercher, Rudy Guede annuncia un libro "verità" e Amanda Knox si arrabbia sui social

Alla richiesta di un commento da parte di un giornalista statunitense, la giovane condannata e poi assolta per il delitto ribadisce la sua versione e attacca tutti

Rudy Guede, condannato a sedici anni per l’omicidio di Meredith Kercher, ha quasi scontato la sua condanna e annuncia un libro sul delitto. La richiesta di un commento del National Enquirer ad Amanda Knox (arrestata, condannata e poi assolta per quel delitto) fa scatenare la rabbia della stessa su Twitter.

“Ho appena sentito che Rudy Guede, l'uomo che ha violentato e ucciso la mia compagna di stanza e mi ha incolpato per il suo crimine, sta progettando un libro ‘rivelatore’ e che il National Enquirer sta realizzando un articolo che omette strategicamente tutte le prove della mia innocenza, coinvolgendomi in un commento” esordisce molto risentita la statunitense.

Poi Amanda attacca: “Alcune domande: l'articolo indicherà che Guede è responsabile di furto con scasso, che ha lasciato abbondanti tracce di dna sulla scena del crimine e che è fuggito dal Paese? Preciserà che la Cassazione italiana ha assolto definitivamente Raffaele Sollecito e me?”.

La statunitense, poi, rincara la dose: “Il libro e l’articolo citeranno gli errori e le mancanze nelle indagini? L’assenza di tracce biologiche che mi collegano al crimine? Sottolineerà che la Corte europea dei diritti dell'uomo ha stabilito che i miei diritti sono stati violati durante il mio interrogatorio? In qualche modo, ne dubito”. Amanda non ricorda che le sue tracce genetiche sul luogo del delitto e sulla presunta arma sono state trovate, così come sul gancetto del reggiseno; pare non ricordare che la condanna dell’Italia riguarda la mancata comunicazione dell’essere passata da persona informata sui fatti ad indagata, nessuno le fece violenza in Questura.

Rivolgendosi poi al giornalista Dan Dolan che le chiede un commento, scrive: “Ecco qui: Pubblicando questo articolo, continui a trarre profitto dalle sofferenze della famiglia di Meredith, mie e di Raffaele Sollecito. Non vedo l'ora che arrivi la fine del tuo tipo di giornalismo non etico, irresponsabile e sfruttatore”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’omicidio della giovane studentessa inglese Mez rimane un caso irrisolto, con Rudy Guede condannato, ma in concorso con persone rimaste sconosciute. Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono stati assolti, dopo un contorto percorso giudiziario, ma con tanti dubbi giudiziari. Chissà cosa racconterà Rudy, che non ha mai voluto parlare chiaramente di quanto accadde quella sera, tranne un paio di ricostruzioni divergenti, nel suo libro “verità”. Di sicuro alimenterà nuove polemiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carlo Acutis, tante le richieste di visita: posticipata la chiusura della tomba del beato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento