rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Madonna Alta / Via Ettore Ricci

Omicidio in via Ettore Ricci: muore un 24enne, ferita la fidanzata

Poco dopo le 3 di notte un uomo avrebbe sfondato la porta dell'appartamento dove Alessandro Polizzi si trovava insieme alla fidanzata e sparato ferendolo a morte. La ragazza, 20enne, non sarebbe grave

Un perugino di 24 anni è stato ucciso nella notte a colpi di pistola nella sua abitazione in via Ettore Ricci, in zona Settevalli a Perugia. Ferita ad un braccio in maniera non grave, sempre a colpi d'arma da fuoco, la sua fidanzata ventenne.

Secondo una prima ipotesi della polizia, a sparare potrebbe essere stata una persona arrivata dall'esterno. La volante è intervenuta verso le 3:15, dopo che i vicini avevano sentito del trambusto. Al loro arrivo gli agenti hanno trovato i due giovani feriti, risultati successivamente incensurati.

La dinamica dell'omicidio. Poco dopo le 3 della notte un uomo avrebbe sfondato la porta dell'appartamento, in un condominio della prima periferia del capoluogo umbro. Poi, lo sconosciuto ha sparato, con una vecchia pistola Beretta 34 calibro 9, uccidendo praticamente sul colpo il 24enne e ferendo non gravemente la fidanzata di 20 anni ad un braccio. Tra le ipotesi prese in considerazione c'è anche quella della gelosia ma al momento non viene esclusa alcuna pista.

Prime indiscrezioni al termine dell'ispezione eseguita dalle dottoresse Laura Paglicci Reattelli e Annamaria Verdelli nell'istituto di medicina legale dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, parlano di almeno due colpi che hanno raggiunto Alessandro Polizzi tra il torace e la testa, sarà comunque l'autopsia a chiarire meglio le dinamiche.

Omicidio via Ettore Ricci

LE PRIME TESTIMONIANZE - La Squadra Mobile sta raccogliendo alcuni particolari dai vicini di casa dei due giovani per cercare di ricostruire l'omicidio e l'entrata in scena del killer. Uno dei residenti della palazzina ha parlato di "mobili rovesciati o trascinati" nel cuore della notte. Per la precisione intorno alle 3 del 26 marzo. I due giovani conviveno da poco nell'appartamento che era della nonna della ragazza e non avevano mai avuto problemi o erano stati protagonisti di liti.

IL KILLER - Si cerca di capire se i due abbiano avuto altre relazioni importanti prima della loro decisione di andare a convivere. La pista della gelosia sembra essere quella più probabile dato che nell'appartamento non sarebbe stato portato via nulla che potesse mettere sulla strada della rapina o del furto. 

LA VITTIMA - Si chiama Alessandro Polizzi  il ragazzo di 24 anni che è stato ucciso intorno alle 3,20 del 26 marzo nella sua abitazione dove convivenza con la compagna di 20 anni. La famiglia - che hanno una piccola impresa in città - si trova all'interno dell'appartamento insieme agli uomini della Polizia Scientifica e della Squadra Mobile diretta da Marco Chiacchiera. Si cerca anche di ricostruire eventuali relazioni o persino se la famiglia, anche in base alla propria attività, avesse dei problemi o dei nemici. La ragazza - Julia Tosti -  si trova ricoverata all'Ospedale Santa Maria della Misericordia: non sarebbe in grave condizioni secondo il bollettino medico delle ultime ore. I due convivevano da poco tempo nella casa della nonna di lei, non erano molto conosciuti in zona.

NUOVI PARTICOLARI - C'è un testimone che parla di un'ombra intravista sulle scale in fuga. Si parla anche di un passamontagna nero indossato dal killer prima e dopo l'omicidio. L'uomo ha sfondato la porta a calci e poi ha sparato sul corridoio uccidendo il ragazzo e ferendo la giovane.

INDAGINI - Julia Tosti, fuori pericolo dopo il colpo di pistola al braccio, si è salvata grazie alla sua disperata difesa contro il killer sul corridoio di casa. Il trambusto ha fatto scappare l'uomo ricercato. E' stata ascoltata dagli inquirenti anche per capire se ci sono elementi d'ombra da chiarire.

INDAGINI II - C'è una pista: la vittima era stato denunciato per aver picchiato e mandato all'ospedale l'ex fidanzato della sua compagna. Motivi di gelosia secondo alcuni testimoni. Il ragazzo si trova ancora in ospedale con un prognosi di 30 giorni. Si cerca di capire se possa essere il motivo scatenante dell'omicidio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio in via Ettore Ricci: muore un 24enne, ferita la fidanzata

PerugiaToday è in caricamento