Omicidio Luca Rosi, banda in fuga: controlli serrati in tutto il Paese

Per gli uomini dell'Arma si tratta di una banda feroce ma improvvisata. Si indaga sui possibili passi falsi del commando nell'organizzazione del colpo

Casa del Diavolo, Resina e ora Ramazzano: tre rapine in villa, stesse anologie, stessa ferocia in crescendo e stessi errori. Quest'ultimi si spera possano  portare ad inviduare i potenziali "pirati di villa".

Gli inquirenti stanno svolgendo le ricerca su due fronti differenti: quello tradizionale, ovvero ascoltare testimoni che possono aver notato qualcosa di anomalo negli ultimi giorni e fare un parallello tra le rapine per avere certezza sulla banda unica; l'altro fronte, è lo studio in laboratorio dei Ris su reperti organici trovati nei pressi dell'abitazione che potrebbero - come confermato dai Ris nella raccolta dei reperti - appartenere ai banditi.

Si parla di elementi organici (tra cui feci umane) dai quali risalire ai vari Dna da inserire nella banca dati nella speranza di un confronto con altri già presenti. Secondo fonti dell'Arma, se l'ipotesi della banda unica che saccheggia l'area Nord della città è sempre più forte; salgono anche i sospetti di una banda feroce con basisti sul territorio ma probabilmente improvvisata. Una banda non di professionisti potrebbero seminare errori fatali per il loro anonimato.

Uomini in grado di agire come un commando - recitando quasi un copione di un film - ma allo stesso tempo non in grado di tenere a freno gli impulsi più brutali. Anche le ville scelte non appartenevano a ricchi, ma a lavoratori benestanti niente di più.

Dopo l'omicidio di Luca Rosi, le forze dell'ordine non escludono che i rapinatori stiano cercando di fuggire dal Paese - i loro accenti secondo i testimoni sarebbero dell'Est Europa - piuttosto che tornare nell'anonimato delle loro vite. Da qui la richiesta del Comando regionale dei Carabinieri di massima allerta in tutto il territorio nazionale. 

Guarda il video sulle indagini;

Il video del racconto del padre.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento