Omicidio Ramazzano, tribunale: anche Gheorghita resta in carcere

Il tribunale del Riesame ha deciso che anche il terzo componente del presunto commando che avrebbe ucciso Luca Rosi, resta in galera, proprio dopo la confessione di Rosu

Il tribunale del Riesame, secondo il resoconto de Il Giornale dell'Umbria, avrebbe deciso che Dorel Gheorghita resta in carcere, dopo la confessione shock di Aurel Rosu, che ha ammesso le responsabilità del commando dei rapinatori che ha terrorizzato Perugia con diverse rapine in villa e l'omicidio Rosi.

Così anche per il terzo della presunta banda responsabile della rapina di Ramazzano, sfociata in tragedia, con l'omicidio dell'impiegato bancario di 38 anni, Luca Rosi, la misura di custodia cautelare è stata confermata.

Guarda il video della reazione del padre di Rosi agli arresti.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Università di Perugia, premiati i migliori laureati del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche: tutti i nomi

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento