menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Bellocchio, la difesa chiede una nuova perizia psichiatrica sul marito assassino

Nuova udienza davanti al giudice Avenoso: la parte civile si è opposta alla richiesta avanzata dall'avvocato difensore dell'uxoricida

Si torna in aula per l’omicidio della giovane avvocatessa pugliese Raffaella Presta, uccisa a colpi di fucile all’interno della casa coniugale dal marito Francesco Rosi, reo confesso, che oggi è comparso nuovamente davanti al gup Avenoso. Un'udienza a carattere interlocutorio, utile a formalizzare le richieste avanzate dalla difesa. Laura Modena, difensore di Rosi, ha richiesto una nuova perizia psichiatrica sull'uomo, il 27 gennaio il giudice emetterà il dispositivo e deciderà per l'abbreviato "secco", o per quello condizionato ad una integrazione della perizia psichiatrica.

Omicidio Bellocchio, Rosi nove ore davanti al giudice: "Non volevo ucciderla, ho perso la testa"

Omicidio Bellocchio, sparò alla moglie con un fucile: la famiglia chiede maxi risarcimento

Accertamento anche su un mail della moglie Raffaella Presta, "dirottata" sulla casella postale di Rosi in data 29 agosto 2015 e su un certificato medico in cui Rosi sembrerebbe aver riportato delle lesioni al timpano in seguito ad un litigio con la moglie. 

Omicidio Bellocchio, autorizzato il sequestro dei beni, Rosi ribadisce: "E' stata l'unica donna della mia vita"

I legali della famiglia Presta, parte civile nel processo, e il pubblico ministero si sono opposti alla richiesta avanzata dalla difesa: "Finalmente l'ora della verità si avvicina"- sottolinea l'avvocato Marco Brusco. Intanto il giudice durante la scorsa udienza ha accolto l’istanza di sequestro conservativo avanzata dai legali della famiglia Presta (avv. Marco Brusco, Fulvio Simoni, Carlo Federico Grosso, Fulvio Simoni, Luigi Matteo, Erlene Galasso): "Non vi è alcun dubbio sulla penale responsabilità dell'imputato, avendo lo stesso ammesso l'omicidio. Inoltre già lo stesso Rosi, aveva espresso la volontà di retrocedere beni, volontà questa, evidenziata anche durante il periodo detentivo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento