menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Meredith, Raffaele Sollecito ora tira in ballo i giudici e chiede maxi risarcimento

In base alla nuova legge sulla responsabilità civile dei magistrati, Sollecito ha citato in giudizio nove persone tra pm, gip, giudici di corte d'assise d'appello e procuratori generali

Raffaele Sollecito, accusato e infine assolto in Cassazione per il delitto della giovane studentessa inglese Meredith Kercher, ora fa "causa" ai giudici. E' quanto riporta l'edizione genovese di Repubblica.it; ma c'è di più perchè Sollecito, dopo aver avviato una richiesta di risarcimento per ingiusta detenzione (ha trascorso i quattro anni in carcere) in seguito respinta dalla corte d'Appello di Firenze, ora chiede anche un maxi risarcimento, si parla di circa tre milioni di euro. 

Corte d'Appello, nessun risarcimento a Raffaele Sollecito per gli anni passati in carcere

In base alla nuova legge sulla responsabilità civile dei magistrati, Sollecito ha citato in giudizio nove persone tra pm, gip, giudici di corte d'assise d'appello e procuratori generali "per aver travisato i fatti relativi all'omicidio Kercher". Il procedimento - per competenza territoriale - è a Genova, ora l'ultima parola spetterà al giudice Pietro Spera, al quale è stata affidata la causa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento