menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Limini, arrestato dai Carabinieri uno degli amici dell'assalto all'auto

Si tratta di un 20enne spoletino: avrebbe colpito con una spranga la vettura che ha investito il 25enne morto a Bastia Umbra

La vicenda che ha portato alla morte di Filippo LImini si delinea con il passare del tempo e gli investigatori aggiungono un pezzo alla volta, ricostruendo quella che è nata come una rissa tra due gruppi di giovani e sfociata in una tragedia, con la morte di un ragazzo. Tutti i personaggi coinvolti sono giovani ventenne.

Nell'imediatezza dei fatti, ferragosto del 2020, sono stati eseguiti quattro arresti (uno dei fermati era in carcere in Germania dove era scappato il giorno successivo all'omicidio, ma adesso è rientrato in Italia). Tutti accusati di essere nell'auto che ha travolto il giovane spoletino morto.

Poi con il passare delle settimane sono arrivate anche le denunce per il gruppo di amici del deceduto, accusati di aver partecipato alla rissa e di aver assaltato l'auto in cui si trovavano i quattro arrestati. Nel tentativo di fuga i quattro avrebbero travolto Limini. Il giovane, però, era già a terra, gravemente ferito dai colpi inferti da almeno due degli occupanti l'automobile.

I Carabinieri di Assisi hanno rintracciato e sottoposto alla misura delle firma in caserma e del divieto di uscire di casa dalle 20 alle 7 della mattina successiva, un 20enne spoletino, di origine rumena, accusato di aver preso parte alla rissa di Ferragosto nei pressi di un locale di Bastia Umbra.

Grazie agli accertamenti telematici e alle numerose testimonianze raccolte, i militari sono riusciti ad identificare il giovane spoletino (altri cinque sono stati denunciati nelle settimane scorse), ritenendolo uno dei presunti, principali artefici della rissa scoppiata dentro il lcoale e terminata tragicamente all'esterno.

Il giovane è accusato di aver colpito violentemente con un oggetto contundente la Opel Corsa blu con a bordo i giovani del gruppo di “Bastia umbra”, poi arrestati nell’immediatezza, rompendo i vetri, ammaccando la carrozzeria e ferendo gli stessi occupanti del veicolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento