Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Omicidio di Samuele - Un anno fa la morte del giovane, la madre chiede la verità

L'avvocato Biscotti: "La trans deve dire come sono andate realmente le cose". Il difensore, l'avvocato Gatti: "La verità interessa tutti. Siamo in attesa della decisione della Procura"

La madre di Samuele De Paoli torna a chiedere la verità sulla morte di suo figlio. Dopo il torneo di calcio a 8 organizzato a Bastia Umbra e lo striscione esposto al Curi in occasione della partita Perugia-Parma, la donna ha chiesto di conoscere la verità sulla morte del figlio e sulla eventuali responsabilità penali della trans indagata, chiedendosi perché non sia mai stata arrestata.

Il 27 aprile dell’anno scorso Samuele De Paoli muore dopo un incontro con la trans Patrizia (Hudson Pinheiro Reis Duarte) indagata dal sostituto procuratore Giuseppe Petrazzini per omicidio preterintenzionale.

Sul delitto sono stati svolti accertamenti e perizie. Il giovane sarebbe morto per per una lesione al nervo vago causata dalla stretta al collo di Patrizia durante uno scontro fra i due.

È proprio su quell’azione che puntano il dito la donna e i suoi legali, gli avvocati Valter Biscotti e Ilaria Pignattini: “Aspettiamo che la Procura chiuda le indagini per conoscere le conclusioni degli investigatori. Noi rimaniamo convinti della preterintenzionalità – afferma l’avvocato Valter Biscotti – L’indagata deve dire con chiarezza cosa sia successo realmente”.

Chiaro riferimento alla morsa attorno al collo della vittima: “Immaginate dieci secondi di stretta al collo – prosegue l’avvocato Biscotti – Si tratta di un tempo lunghissimo, un’eternità. Ed è quell’evento che ha provocato danni irreversibili e poi la morte”.

Secondo l’accusa, la trans Patrizia, difesa dall’avvocato Francesco Gatti, avrebbe stretto la sua mano al collo di Samuele per difendersi dall’aggressione del ragazzo: i due si erano appartati per un rapporto sessuale.

“La verità interessa tutti – afferma l’avvocato Francesco Gatti – Siamo in attesa della decisione della Procura. Oltre agli atti dell’autopsia e delle perizie non abbiamo conoscenza del materiale investigativo, solo con la chiusura delle indagini sapremo di più”.

A fine maggio scade la proroga delle indagini e dovrebbe arrivare l’avviso di chiusura da parte della Procura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Samuele - Un anno fa la morte del giovane, la madre chiede la verità
PerugiaToday è in caricamento