Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Città della Pieve

Omicidio di Po' Bandino, la Procura: "L'uccisione di Alex fu premeditata"

Chiuse le indagini sul delitto per il quale è accusata la madre

Chiuse le indagini sull’omicidio del piccolo Alex Juhasz, in bambino di 2 anni ucciso a coltellate l’1 ottobre 2021 a Città della Pieve.

Del delitto è accusata la madre, Katalina Erzsebet Bradacs, che, secondo la ricostruzione della Procura della Repubblica di Perugia, avrebbe colpito “in rapida sequenza sette volte al collo, al torace e all’addome con un coltello o comunque con un’altra arma bianca” il piccolo. Gli uffici diretti dal procuratore Raffaele Cantone contestano alla donna anche la premeditazione.

L’omicidio venne scoperto quando la donna si presentò a un supermercato, non lontano dal luogo del delitto, sostenendo che il figlio era stato aggredito in attimo in cui la donna si era allontanata un attimo dal passeggino dove si trovava il bambino. Ma le indagini, in particolare le immagini delle telecamere di sicurezza della zona, l’area commerciale della frazione di Po' Bandino, avevano smentito la ricostruzione della donna, finita ben presto sotto la lente degli investigatori. Ora la comunicazione della conclusione delle indagini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Po' Bandino, la Procura: "L'uccisione di Alex fu premeditata"
PerugiaToday è in caricamento