Oggi Santa Lucia, giorno che, secondo la sapienza popolare, è “l giorno più curto che ce sia”. I detti meteorologici

Tutto sulla nostra tradizione nel giorno di Santa Lucia: dal meteo, alle storie fino alla fede popolare

Oggi Santa Lucia, giorno che, secondo la sapienza popolare, è “l giorno più curto che ce sia”. La scienza smentisce questa convinzione, affermando che la giornata col minor numero di ore di luce è il 21 dicembre, non il 13. Solstizio d’inverno è, appunto, il 21 e il detto delle classi subalterne di un tempo recita  “Da la Madonna a Natale, l passo de n cane. Da Natale a l’anno nòvo, l passo de m bovo”.

Cosa significa? Che dall’8 dicembre (data che ricorda l’Immacolata Concezione) a Natale le giornate si allungano di poco. Dopo il Natale, la progressione è più veloce, ossia avanza “al passo di un bue”. Il nome Lucia richiama LUX, ossia “luce/lume” e non è un caso che la santa di Siracusa sia considerata protettrice della vista, da cui il detto “Santa Lucia, sàlveme j’occhi!”. Lo dicevano anche i soldati, al tempo della prima guerra mondiale, quando i gas e le esalazioni minacciavano seriamente la vista.

L’attributo iconografico della santa (oltre alla palma del martirio) sono gli occhi appoggiati su un piatto, con evidente riferimento all’episodio del martirio. Sono infatti frequenti le rappresentazioni di questo genere. Lucia è patrona di ciechi, oculisti, e di pazienti affetti da malattie degli occhi. A chi cerca qualcosa e non la vede, pur avendola davanti, si dice “Santa Lucia!”. È noto l’aneddoto del vecchietto alla ricerca disperata della pipa che teneva in bocca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando entrava una “rubbiccia”, ossia un minuscolo corpo estraneo nell’occhio, si era soliti passarci davanti un pietra, definita “pietrina de Santa Lucia”. Ovviamente, la sua efficacia costituiva un puro atto di fede. Un metodo ricorrente, ed efficace, era quello di accostare le due palpebre e poi spostarle a destra e sinistra, in modo da far uscire il corpo estraneo. In riferimento al brusco abbassamento delle temperature nel periodo, un detto recita: “Santa Lucia, la neve è pla via”, ossia “si prepara a cadere”. È facile verificarlo in questi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • INVIATO CITTADINO Perugia, città (ab)usata senza ritegno… nell’indifferenza generale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento