menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Rocca Paolina, si alza il sipario sul Cerp: impianto luci di ultima generazione e tecnologia led

Partendo dall'ingresso il visitatore avrà modo di apprezzare un percorso di luci che lo guiderà all'interno della struttura dove gli ambienti diventano non più semplici contenitori, ma protagonisti essi stessi

Venerdì 26 maggio la Provincia di Perugia presenterà il nuovo impianto di illuminazione del Centro Espositivo Rocca Paolina (Cerp) che torna ad essere fruibile, grazie al generoso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e la sponsorizzazione della ditta Targetti, azienda leader nel settore che ha progettato e realizzato l’opera. Una targa, affissa all’ingresso del CERP, celebrerà, a futura memoria l’impegno della Fondazione Cassa di Risparmio.

Un’occasione anche per ammirare la mostra fotografica di Annalisa Vandelli “In un vortice di polvere”, curata da Tatiana Agliani e Uliano Lucas, che sarà ufficialmente inaugurata alle 18 dello stesso giorno e rimarrà aperta fino al 25 giugno. Un’occasione rara per entrare in contatto con il mondo in bianco e nero di questa artista originale e sensibilissima.

Una mostra che terrà a battesimo la nuova stagione espositiva del CERP ritrovato dopo il periodo di chiusura per i lavori in corso. Messo in soffitta il vecchio, tradizionale impianto, il prestigioso spazio è stato dotato di un allestimento elettrico di nuova generazione con tecnologie LED, frutto di un progetto grazie al quale risultano valorizzati ed enfatizzati anche alcuni angoli del CERP opportunamente studiati e che la mostra della Vandelli permetterà di gustare appieno.

Partendo dall’ingresso il visitatore avrà modo di apprezzare un percorso di luci che lo guiderà all’interno della struttura dove gli ambienti diventano non più semplici contenitori, ma protagonisti essi stessi. Una “progettualità mirata”, quindi in grado, tramite un adeguato utilizzo della luce, di restituire effettivo valore e qualità espositiva agli spazi oggetto dell’intervento.

L’opera non si è limitata alla semplice sostituzione dell’impianto di illuminazione, bensì alla riqualificazione di quello che è uno degli spazi storico-culturali e architettonici più importanti della città di Perugia, a costo zero per a Provincia. L’impegno profuso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e dalla “Targetti” consentirà ai cittadini e ai visitatori di fruire attivamente di tali spazi, aumentando, conseguentemente, la propria conoscenza dell’importante monumento tale da non considerarlo più come sola area di collegamento e di passaggio, ma apprezzandone la sua importante funzione.

Il nuovo sistema di illuminazione garantisce, inoltre, un notevole risparmio energetico rispetto all’attuale impianto, oltre ad annullare tutte la parte di manutenzione ordinaria, normalmente rappresentata dalla sostituzione di apparecchi e lampade, essendo le nuove apparecchiature garantite per un arco temporale più ampio.

Nell’ottica della sua rivalutazione e ottimizzazione l’impianto di illuminazione gioca una parte fondamentale, in quanto il nuovo sistema, dotato di innovative ottiche ibride e sistemi di dimmerizzazione, ossia con luce graduabile di intensità, permetterà ad espositori, produttori, industrie, artisti e soprattutto aziende e attività del territorio di poter mostrare e valorizzare, in maniera dinamica e allo stesso tempo flessibile e modulare, le proprie produzioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento