rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

La nuova Monteluce riparte, dal quasi fallimento al nuovo piano Tesei: "Da settembre riaprono i cantieri"

Il sindaco Romizi: "La presenza di un nuovo soggetto che andrà ad immettere nuova finanza per andare, per un verso, a risolvere le questioni esistenti"

Dal quasi fallimento, con tanto di piccole imprese disperate per aver speso ma incassato solo in parte, al nuovo progetto con tanto di finanziatore e una parte dei crediti che sarà saldata e nuovi lavori per le imprese locali. Il dossier Monteluce ora porta la firma della Giunta regionale Tesei, dopo averlo ereditato moribondo dal centrosinistra regionale e dalla giunta comunale Boccali. 

 “Il cosiddetto comparto Monteluce – ha detto la presidente Tesei - è sicuramente uno dei dossier più complessi e scottanti che mi sono trovata sul tavolo appena insediata. Così come per gli altri delicati dossier, ho scelto la difficile strada dell’individuazione della soluzione, seppur lunga e complessa, con uno schema nuovo, al fine di tutelare un bene comune che era compromesso da scelte passate a dir poco discutibili, invece che optare per la più semplice strada della denuncia politica di quanto era stato fatto. A volte siamo tacciati di una certa continuità con i governi regionali precedenti – ha continuato - In verità spesso si confonde il senso dell’istituzione, e il rinunciare al clamore politico per il bene della comunità, con la continuità nell’azione. Monteluce è l’esempio lampante di questo e noi abbiamo scelto di mettere al centro il bene della comunità”.

 La presidente ha reso noto che “il piano di risanamento e rilancio è stato asseverato ed è stato oggetto di accordo tra i finanziatori, il riavvio dei lavori è previsto al completamento delle condizioni sospensive, ovvero fine settembre, mentre il completamento di tutte le opere avverrà entro il 2023 e andranno a completare e riqualificare il 90 per cento dell’area del progetto originario, mentre ne saranno dismesse così, solo il 10 per cento”.

“Due cose mi preme sottolineare di questo Piano – ha sottolineato – in primo luogo, il circolo virtuoso che si è creato tra i fornitori che fino ad oggi hanno tutti dimostrato di credere al piano e al suo finanziatore, solido e affidabile, che abbiamo l’orgoglio di aver coinvolto in una operazione in Umbria. Con una forte attenzione che rivendico con orgoglio abbiamo saputo assicurare ai fornitori locali. Secondo, mi auguro insieme al Sindaco Andrea Romizi, che tutto il territorio, gli operatori, i cittadini e le istituzioni guardino a questo comparto con grande attenzione e benevolenza, perché se salvarlo e rilanciarlo è stato un problema della Regione, valorizzarlo deve essere un intento comune. Siamo arrivati a un punto importante per il rilancio di Monteluce - ha concluso la presidente – un luogo che è nel cuore dei perugini e non solo, visto che per anni è stato con il suo ospedale un punto di riferimento anche regionale”.

Il Sindaco Romizi ha voluto “rivolgere un sentito ringraziamento alla Presidente Tesei" e si è detto pronto a collaborare a ridisegnare alcuni servizi da portare a Monteluce.   “Oggi ci sono delle significative novità che sono state indicate e la principale è quella della presenza di un nuovo soggetto che andrà ad immettere nuova finanza per andare, per un verso, a risolvere le questioni esistenti, ma anche a portare a completamento quello che oggi già abbiamo, a cominciare dai parcheggi, dai percorsi, dalle strade e con tempi certamente apprezzabili. Con la Regione e con altri attori del territorio stiamo anche ragionando su come rilanciare Monteluce e restituire una nuova area dedicata ai servizi di accoglienza nei confronti della cittadinanza, come la casa della salute e la sede dei servizi alla persona. oltre a questo, ci sono altri progetti che conosciamo e che seguiamo anche con l’Università, per cui potremo restituire un sentimento di fiducia e di speranza anche a chi in quella area ha continuato a vivere ed operare”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova Monteluce riparte, dal quasi fallimento al nuovo piano Tesei: "Da settembre riaprono i cantieri"

PerugiaToday è in caricamento