menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le macerie di Norcia? Un souvenir per non dimenticare il terremoto, bufera sul sindaco Alemanno

Sul web si scatena la bufera contro il primo cittadino. Un gesto definito “di cattivo gusto

La polemica nel giorno del ricordo. Nicola Alemanno, sindaco di Norcia, trasforma le macerie del terremoto che ha devastato il Centro Italia in un ricordino per celebrare l’anniversario del sisma di magnitudo 6.5 che il 30 ottobre 2016 ha distrutto anche la città di San Benedetto. Ma sul web si scatena la bufera contro il primo cittadino. Un gesto definito “di cattivo gusto”.

Il perché del gesto lo argomenta direttamente il Comune di Norcia. “Vi doniamo – spiega la pergamena – una piccola pietra, una piccola ‘maceria’, a ricordo delle nostre case, chiese, circoli, negozi. Tutte le nostre pietre rimarranno sempre il simbolo della nostra identità e della nostra storia: hanno formato le nostre case e ci hanno accolto e protetto per tanti anni. Ora dobbiamo e vogliamo andare avanti, con nuove idee, con nuovi progetti e nuovi materiali, più sicuri e altrettanto belli. Sarebbe bello che ognuno di noi, nelle nuove e sicure case che avremo, custodisse una piccola pietra che ci ricordi sempre quello che è stato e quello che siamo: questa è la memoria, che rimarrà sempre viva. La ricostruzione sarà la nostra nuova storia”.

I pezzi di pietra crollati a terra un anno fa sono stati consegnati alle autorità, ai volontari, alle forze dell’ordine e alle istituzioni durante la cerimonia di oggi. E il mondo dei social si è subito diviso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento