rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Cronaca

Il pellegrino del terremoto: da Norcia a Santiago perchè miracolato due volte. "Da tre giorni in cammino: sono felice"

In tre giorni, con la sua mimetica e gli scarponi duri, ha già percorso qualcosa come 70 chilometri. Il suo pellegrinaggio di ringraziamento ne consta ben 700 di chilometri. La storia

In tre giorni, con la sua mimetica e gli scarponi duri, ha già percorso qualcosa come 70 chilometri. Il suo pellegrinaggio di ringraziamento ne consta ben 700 di chilometri. La meta, oggi come 800 anni fa, per i pellegrini è sempre la stessa: la città di Santiago di Compostela. Un lungo cammino che vede nei panni del nuovo "camminante" Daniele Franchi, 25 anni, residente nella piccola frazione di San Pellegrino di Norcia. Daniele sente il bisogno di ringraziare due volte il cielo: è uscito indenne dal sisma devastante del Centro Italia che nella sua piccola frazione ha colpito duro. Secondo piccolo grande miracolo: ha battuto una malattia. Da qui l'idea del cammino verso Santiago di Compostela "con la mia terra nel cuore e sulla felpa che indosso".

Ora si trova a Pamplona. Il cammino è lungo. Ma da bravo pellegrino rispetta tappe, sacrifici e si consola con ottimo cibo lungo le trattatorie nate proprie per i camminanti. Daniele ha ammesso che la lingua è un problema ma cerca in tutti i modi di raccontare la bellezza della sua terra e la gioia di vivere dopo che per due volte si è rischiato seriamente di perderla la vita. Buon cammino Daniele.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pellegrino del terremoto: da Norcia a Santiago perchè miracolato due volte. "Da tre giorni in cammino: sono felice"

PerugiaToday è in caricamento