rotate-mobile
Cronaca

Ricorso contro la revoca della patente: "La può riavere dopo l'operazione correttiva agli occhi", ma non fa l'intervento

Il Tribunale amministrativo regionale respinge la richiesta dell'automobilista: "Senza operazione niente licenza di guida"

Patente revocata perché non ci vede, ma se si sottopone a un intervento potrà riaverla.

Lui la chiede prima di fare l’intervento, il Ministero gli dice di “no” e il Tribunale amministrativo regionale dell’Umbria conferma: finché non fa l’operazione non può guidare.

Un autotrasportatore, difeso dall’avvocato Maria Di Paolo, ha chiamato in causa, davanti al Tar, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Azienda Unità Sanitaria Locale Umbria 2, per contestare la revoca di “tutte le patenti di guida di cui lo stesso era in possesso” dopo che la commissione ha riscontrato “l’inidoneità di natura permanente” alla guida.

Nel ricorso si contesta la decisione della commissione medica riguardo “una acutezza visiva binoculare inferiore ai parametri richiesti dalla normativa”, in quanto si tratta “di inidoneità non permanente, in quanto facilmente risolvibile con terapia chirurgica”.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Azienda Unità Sanitaria Locale Umbria 2 si sono costituite in giudizio rilevando “che laddove un difetto sia emendabile solo previo intervento chirurgico, lo stesso deve logicamente ritenersi permanente, giacché permane sino al momento, eventuale, in cui il portatore decida di sottoporsi ad intervento chirurgico e sempreché questo abbia esito positivo e risolutivo”.

I giudici amministrativi hanno respinto il ricorso ritenendo che le valutazioni della commissione medica locale sono tipica espressione di discrezionalità tecnica e, di conseguenza, “sono sindacabili dal giudice amministrativo solo se sussistono elementi che ne evidenziano uno sviamento logico o un errore di fatto”.

Nel caso di specie “il ricorrente presentava una acutezza visiva non sufficiente all’occhio destro per conseguire la patente B”, una disfunzione da ritenere permanente, anche se risolvibile con terapia chirurgica, ma non al momento della visita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorso contro la revoca della patente: "La può riavere dopo l'operazione correttiva agli occhi", ma non fa l'intervento

PerugiaToday è in caricamento