Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Nodino di Perugia, Prisco (Fratelli d'Italia" : "Modifiche da concertare con i territori: no chiusura uscita P.S.Giovanni"

Le posizioni del segretario provinciale Prisco ricalcano le preoccupazioni emerse in sede di consiglio comunale dove è stato presentato il progetto in audizione

“Impensabile chiudere lo svincolo di Ponte San Giovanni. Anas condivida progetto con il territorio": sono le parole del responsabile provincia di Fratelli d'Italia Emanuele Prisco, nonchè deputato, dopo l'aspra diatriba post-voto al progetto del nodino e raddoppio delle rampe, Si chiede un tavolo di confronto con le associazioni e i comitati del territori per rivedere e modificare eventualmente il nuovo progetto.  . "Regione e Governo - ha spiegato Prisco - hanno trovato un accordo formale per il secondo stralcio, che consentirebbe di aggirare la città evitando la strozzatura esistente nel tratto interno alla città in galleria, per cui l’opera verrà inserita direttamente nel Def (documento di economia e finanza) così da liberare la realizzazione anche del secondo stralcio.  Nel progetto di riordino delle rampe pare sia prevista pero' la chiusura a di uno degli svincoli di Ponte San Giovanni, quello di via Adriatica. La novità è emersa durante l’audizione tenutasi nei giorni scorsi in Comune con i vertici di Anas Umbria. Questa scelta, se confermata, avrebbe un contraccolpo negativo sulla viabilità interna alla popolosa frazione cittadina con conseguente paralisi della viabilità interna. La Regione ha già espresso ad Anas perplessità sull’intervento di chiusura dello svincolo di Via Adriatica”.

L'esponente di Fratelli d'Italia ha presentato un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture Giovannini per fare il punto sui tempi ed eventuali emendamenti al progetto per tutelare gli interessi di tutti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nodino di Perugia, Prisco (Fratelli d'Italia" : "Modifiche da concertare con i territori: no chiusura uscita P.S.Giovanni"
PerugiaToday è in caricamento