rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Porta a riparare il Maggiolino e non lo rivede più: carrozziere sotto processo per appropriazione indebita

Secondo l'accusa l'imputato avrebbe preso in consegna il mezzo per ripararlo e anche una somma in denaro come pagamento

Un artigiano di 62 anni, un carrozziere difeso dall’avvocato Giuseppe Montone, è accusato di appropriazione indebita per non aver restituito il Maggiolino che un cliente aveva portato a riparare.

L’imputato, secondo l’accusa, “al fine di procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, avendo ricevuto in consegna in qualità di carrozziere l’automobile di …, una Volkswagen Maggiolino … nonché la somma di 2.500 euro per riparare i danni riportati a seguito di un sinistro stradale, se ne appropriava” e nonostante le “insistenti richieste di riconsegna del veicolo” da parte del proprietario, “non vi provvedeva”.

Contestata anche l’aggravante di avere commesso il fatto “con abuso di prestazione d’opera”.

Il proprietario dell’autovettura si è costituito parte civile tramite l’avvocato Riccardo Minelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta a riparare il Maggiolino e non lo rivede più: carrozziere sotto processo per appropriazione indebita

PerugiaToday è in caricamento