menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quel "mostro" che offre fiori in via della Madonna, disegnato dai creativi di via della Viola

Quel "mostro" che offre fiori in via della Madonna consente di recuperare un’antica storia perugina di culto mariano

Quel mostro che offre fiori in via della Madonna consente di recuperare un’antica storia perugina di culto mariano. Siamo a una traversa che collega via della Viola con la sottostante via Imbriani. La stradina è ricolma di antica gloria, legata al culto della Madonna.

Raccontano che, durante dei lavori di ristrutturazione effettuati nel Seicento, mentre un muratore tentava di coprire un affresco trecentesco della Vergine, fu preso da malore e pregò i colleghi di riscoprire la sacra immagine. L’affresco miracoloso fu staccato e portato sopra l’altare maggiore della vicina chiesa di San Fiorenzo (in via Alessi o dei Calderari). Secondo alcuni, la vicina via “Baciadonne” sarebbe stata, in origine, “Baciamadonne”.

Una decina di anni fa, la targa odonomastica era stata spaccata e qualcuno vi aveva disegnato, a lato, una Madonnina nera. Dopo lunga insistenza dell’Inviato Cittadino, il Comune vi aveva finalmente piazzato una nuova targa in marmo. Così adesso ci sono sia la targa odonomastica che quel bel disegno colorato.

Peccato che gli abituali cretini abbiano appiccicato su quel marmo tanti, troppi adesivi. E il solito scemo vi abbia vergato, col pennarello nero, la vecchia stolida scritta ACAB (All cops are bastard = “tutti i poliziotti sono bastardi”… ma poi che c’entra?). Da qualche giorno, sul lato opposto, è comparso un murale mostruoso ma gentile. Si tratta di un rugoso extraterrestre (opera dell’artista che si firma Krap) nell’atto di offrire (al passante?) un mazzolino di fiori. Un’opera fra le tante, realizzate dai creativi artisti del distretto di via della Viola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento