Tragedia durante la battuta di caccia al cinghiale: infarto killer per un perugino 64enne

Il fatto è avvenuto in un bosco nel comune di Umbertide. L'uomo aveva raggiunto il posto di caccia insieme alla sua squadra. Inutili i soccorsi prestati dai sanitari del 118: è morto sul colpo

Si è sentito male durante una battuta di caccia al cinghiale che era appena iniziata. Un malore e poi la caduta in un fosso all'interno di un bosco a Umbertide. A quel punto i compagni di squadra hanno chiamato immediatamente il 118 per prestare i primi soccorsi all'amico ma per i sanitari non c'è stato nulla da fare.

Un infarto killer lo ha praticamente ucciso sul colpo. La vittima è un 64enne di Perugia, residente a Ponte San Giovanni. E' stato necessario l'intervento anche dei Vigili del Fuoco per recuperare il corpo adagiato in un fosso.. Sul posto anche i carabinieri di Umbertide che hanno ascoltato i cacciatori per ricostruire con certezze l'accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento