menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli sugli agriturismi, pioggia di multe: ecco le maggiori infrazioni commesse

Nel corso dei controlli sono stati inoltre accertati illeciti amministrativi per scarico di acque reflue assimilabili alle acque domestiche, sul suolo o in corpo idrico superficiale, in assenza della prevista autorizzazione

Sono in tutto 200 gli agriturismi che il Corpo Forestale dello Stato ha controllato nel solo mese di novembre. Le ispezioni, che hanno impegnato 40 Comandi di tutta la regione, hanno riguardato il regolare svolgimento dell’attività. Nel corso del 2011 un'analoga iniziativa di controlloaveva invece riguardato gli agriturismi che avevano usufruito di finanziamenti pubblici a fondo perduto concessi dalla Regione ed aveva visto emergere illeciti penali tuttora in fase di esame da parte della Magistratura.

In tutto due gli agriturismi finiti nel mirino del corpo forestale, uno a Gualdo Cattaneo e l'altro a Campello sul Clitunno. Il primo avrebbe realizzato un'area di sosta per camper senza permesso, mentre il secondo si sarebbe reso responsabile di aver abbandonato rifiuti liquidi sul suolo costituiti da acque reflue di un frantoio oleario.

In riferimento, invece, alla normativa regionale in materia di agriturismo sono state riscontrate irregolarità di tipo amministrativo che hanno dato luogo all’elevazione di cinquantaquattro verbali amministrativi per l’importo complessivo di euro 21.424,80. Le irregolarità riscontrate hanno riguardato la mancata esposizione dell’autorizzazione all’esercizio della attività agrituristica e di tabelle e cartellini dei prezzi, il potenziale ricettivo trovato superiore all’autorizzato, l’omessa esposizione della Scia (segnalazione certificata di inizio attività) la mancata comunicazione annuale al Comune del rinnovo della polizza assicurativa di responsabilità civile ed infine in una struttura del folignate l’utilizzo dicitura agriturismo in assenza del certificato di abilitazione con conseguente emissione di un ordinanza sindacale di sospensione dell’attività agrituristica.

Nel corso dei controlli sono stati altresì accertati illeciti amministrativi per scarico di acque reflue assimilabili alle acque domestiche, sul suolo o in corpo idrico superficiale, in assenza della prevista autorizzazione. Sono stati pertanto redatti 18 ( diciotto ) verbali con sanzioni previste da un minimo di 300,00 ad un massimo di 3.000,00 euro ciascuna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento