Presta l'auto ad un clandestino: super-multa al proprietario, ecco perchè

Una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine, impegnata nella sorveglianza del centro storico, ha intercettato in Via Romana una Opel Meriva, condotta da un cittadino albanese

"Ho smarrito la patente": aveva detto questo agli agenti del del Reparto Prevenzione Crimine, impegnati nel controllo del centro storico, dopo che era stato intercettato in via Romana. La scusa però non ha retto dato che sono bastati pochi minuti per fare gli accertamenti e venire a conoscenza del fatto che l'uomo non solo non aveva mai conseguito una patente ma era anche un clandestino.

E così gli agenti lo hanno immediatamente denunciato per il reato di guida senza patente ed è stato consegnato all'ufficio immigrazione della Questura che ha subito avviato le pratiche per una espulsione "veloce" dal Paese. Nei guai è finito anche un italiano proprietario della Opel Meriva sulla quale si muoveva per la città il clandestino: super-multa da 400 euro per "incauto affidamento del veicolo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infatti, secondo il codice "l’incauto affidamento di un veicolo si applica a colui che materialmente affida un veicolo a persona non munita di patente di guida (articolo 116 C.d.S.) o mancante dei requisiti (articolo 115 C.d.S.)". Lo stesso reato riguarda anche colui che non adotta tutti gli accorgimenti necessari ad impedire l’uso del veicolo. "Ne consegue - è così scritto -  che risponde di incauto affidamento colui che – pur non avendo materialmente affidato il veicolo a persona non idonea alla guida – non si è adoperato per non rendere accessibili le chiavi custodite nei locali dove la persona poteva accedere".  Esempio: le chiavi lasciate sul tavolo e facilmente accessibili al figlio, alla collaboratrice familiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescara-Perugia 2-1, al posto di Oddo parla Goretti che accusa: "Sottil antisportivo"

  • Serie B, Perugia-Pescara 4-5 ai rigori: l'incubo si avvera, il Grifo torna in C

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Questo matrimonio non si deve fare, intervengono i Carabinieri e sventano le nozze combinate

  • Coronavirus in Umbria, quattro bambini positivi: "Tutti asintomatici e in isolamento"

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 13 agosto: sette nuovi positivi e un nuovo ricoverato in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento