Cronaca

Motociclista corre a 110 chilometri all'ora in paese e travolge un bimbo in bici, patteggia 1 anno

Per i genitori del piccolo doppia beffa: il centauro non era assicurato ed è stato riconosciuto il concorso di colpa per non aver vigilato sul figlio

Viaggiava a 110 chilometri orari lungo una strada comunale, nel centro abitato di Sant’Arcangelo sul Trasimeno. Così quando si era trovato di fronte un bambino di cinque anni che, in sella alla sua bicicletta, attraversava la strada non aveva potuto fare molto per evitarlo.

Il motociclista, senza assicurazione del mezzo, aveva travolto il bimbo, procurandogli fratture a femore e tibia e un trauma cranico, con prognosi superiore ai 40 giorni e un trasferimento all’ospedale Meyer di Firenze.

L’uomo è stato indagato per lesioni gravissime e altre violazioni al codice della strada, difeso dall’avvocato Stefano Bordoni, e davanti al giudice Emma Avella, ha patteggiato un anno (senza sospensione).

Per i genitori del bimbo, assistiti dagli avvocati Massimo Lipparini e Antonietta Salis, anche la beffa di vedersi addossato il concorso di colpa nell’incidente per non aver vigilato sul figlio e sulle condizioni di attraversamento.

Non avendo l'investitore l'assicurazione, inoltre, non sono stati risarciti e sono in attesa di adesione al fondo di garanzia vittime della strada. È stata anche avviata un’azione civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motociclista corre a 110 chilometri all'ora in paese e travolge un bimbo in bici, patteggia 1 anno

PerugiaToday è in caricamento